Non portate a casa lo stress del lavoro

Ansie e preoccupazioni possono seguirci anche fuori dall'ufficio. Ecco alcune strategie per non portarsi a casa lo stress da lavoro

A quante di voi capita di portare a casa lo stress del lavoro, il più delle volte senza nemmeno rendersene conto? Liti e tensioni tra colleghi o sentimenti negativi nei confronti del proprio capo possono seguirvi fin dentro alle vostre confortevoli mura domestiche. Capita così che, dal minuto esatto in cui mettete piede fuori dall’ufficio fino al mattino successivo, quando vi fate ritorno, invece di buttarvi alle spalle ansie e preoccupazioni permettete che si insinuino anche nella vostra vita non-lavorativa. Ecco, allora, alcune strategie efficaci per lasciare il lavoro fuori di casa.

Non pensate al lavoro durante il ritorno a casa

Nel tragitto dall’ufficio al focolare domestico non rimuginate sulla giornata appena trascorsa, pensando a quanto vi sentite frustrate, alle responsabilità che gravano sulle vostre spalle o a quel determinato commento che proprio non avete mandato giù. Concentratevi, invece, sul sapore della libertà appena riconquistata. Lasciatevi lo stress del lavoro alle spalle e fate piani per la serata, dedicandovi magari una cena romantica o un bel bagno rilassante.

Non parlate di lavoro con il vostro partner

Lamentarsi dei colleghi, del capo o del proprio impiego con la persona amata è uno dei passatempi preferiti da chi non riesce a liberarsi dallo stress delle sue giornate lavorative. Sfogarsi fa sentire meglio nell’immediato, ma se diventa un’abitudine potrebbe avere il risultato opposto, andando a gravare anche sulla qualità della vita di coppia. Passate meno tempo a lamentarvi di tutto quello che non va al lavoro e concentratevi su ciò che vi rende felici: vi sentirete molto meglio e riuscirete ad affrontare le vostre giornate con più grinta.

Segnate le cose da fare prima di lasciare l’ufficio

Uno dei modi migliori per non portarsi lo stress del lavoro a casa è quello di preparare una lista delle cose da fare il giorno dopo. In questo modo, saprete che potrete pensarci direttamente il mattino successivo. Se ci sono alcuni problemi irrisolti che rischiate di portarvi dietro, potete provare a buttare giù qualche possibile soluzione. Dopodiché, ricordate a voi stesse che ci avete già rimuginato più del dovuto e che ora avete bisogno di staccare la spina e dormirci su.

Create un rituale del dopo-lavoro

Semplici rituali quotidiani aiutano a liberarsi dall’ansia e dalle preoccupazioni legate al lavoro. Spogliarsi di oggetti e indumenti che ricordano l’ufficio, concentrarsi sulla serata che vi aspetta, fare respiri profondi e lasciarsi fisicamente e mentalmente lo stress lavorativo alle spalle, possono essere efficaci pratiche anti-stress che riaccendono il buonumore.

Non portate a casa lo stress del lavoro