I nostri sensi possono guidarci in un incredibile viaggio nei ricordi

Ricordi e sensi? A volte basta davvero poco ed ecco che nella propria mente raffiorano improvvisamente dei pensieri lontani e remoti

I ricordi e i sensi, come funzionano esattamente e che cosa hanno in comune? Sarà capitato a tutti nella vita di aver sentito un profumo oppure una semplice fragranza, la quale ha riportato alla mente un ricordo lontano. Si tratta di un fenomeno che si verifica molto spesso, poiché la maggior parte dei ricordi viene rievocata attraverso i cinque sensi. Precisamente accade che la propria mente può viaggiare indietro nel tempo o in posti lontani, semplicemente grazie a un odore, un sapore, un suono o attraverso la visione di un’immagine particolare che stuzzica e migliora la memoria.

Grazie a questi cinque sensi, la mente viene trasportata in una specie di mondo parallelo, fatto unicamente di ricordi e talvolta possono anche manifestarsi i comunissimi “dejà-vu”. Quando si verifica questo fenomeno, è possibile allo stesso tempo provare uno stato emotivo positivo e felice oppure, a seconda dei ricordi, possono manifestarsi anche emozioni negative come rancore, rabbia o paura. Ci si potrebbe sentire confusi e felici al tempo stesso. Esattamente come gli odori e i profumi, anche i suoni possono trasmettere lo stesso effetto. Quante volte, infatti, una semplice canzone ha riportato la propria mente indietro nel tempo?

O ancora, la vista di un meraviglioso paesaggio può far rivivere le gioie vissute con un’altra persona o persino riportare la mente nel periodo della propria adolescenza o infanzia. I sensi e i ricordi sono due elementi fortemente collegati tra loro, poiché talvolta aiutano a guidare l’essenza attraverso ciò che ne è stato del proprio vissuto. Fra questi, a spiccare di più è principalmente l’olfatto, organo sensoriale in prossimità dell’ippocampo. Quest’ultimo fa parte di una delle strutture celebrali più importanti per la memoria, poiché grazie alla sua connessione al sistema limbico, è il punto centrale delle emozioni del cervello.

Al contrario, invece, i restanti sensi (tatto, udito, gusto, vista) impiegano molto di più per raggiungere le zone del cervello, e dunque è raro che si verifichino queste pratiche mentali relative alle emozioni e alla memoria. Di conseguenza la struttura corporea e il cervello favoriscono la capacità olfattiva di riportare alla mente i ricordi e allo stesso tempo trasmettono delle sensazioni molto forti, caratterizzate da un misto di felicità e tristezza, ovvero la nostalgia.

I nostri sensi possono guidarci in un incredibile viaggio nei ric...