I mancini sono persone speciali. Ecco perché

Sono più creativi, hanno una memoria migliore e (pare) sono più bravi sotto le lenzuola. Oggi è la loro Giornata

Circa il 10% della popolazione è composta da mancini. Essere mancini è una condizione che sembra derivare dalla combinazione tra i geni e l’ambiente circostante. Cervelli di destrorsi e mancini , inoltre, sembrano differenti e, per questo motivo, i mancini sono diversi dai destrorsi in molti aspetti, specie caratteriali e fisici. Innanzitutto i mancini sono maggiormente esposti al rischio di psicosi, secondo alcuni studi dell’Università di Yale e del South Western Medical Center del Texas, analizzando 107 pazienti con disturbi psichici si è evidenziato come la percentuale di schizzofrenici tra i mancini sia molto superiore che tra i destrorsi o ambidestri.

I mancini sviluppano maggiormente gli handicap al cervello perché non hanno un emisfero cerebrale dominante. Artriti ed ulcere, invece, sembrano per i mancini caratteristiche più rare.
Coloro che si affidano alla mano sinistra per fare tutto erano tipici anche ai tempi dell’uomo di Neanderthal. Lo si è scoperto studiando le dentature degli antenati e da queste giungendo a stabilire con quale mano essi tenessero il cibo e con quale lo portassero, invece, alla bocca. Tutti i mancini hanno una Giornata Internazionale dei Mancini. Si tratta del 13 Agosto, giorno in cui tutto è fatto a misura di mancino e i destrorsi che vi vogliono partecipare devono sapersi adeguare. La manifestazione si svolge dal 1992.

Per tutti i mancini, le caratteristiche che li rendono speciali partono innanzitutto dalla loro spiccata attitudine all’ambito artistico. Secondo le indagini dell’American Journal of Psichology, essi hanno una creatività davvero esplosiva. Arte, musica e sport sono tra le attività predilette dai mancini, su oltre 2000 persone analizzate. Ma le potenzialità non si fermano di certo qui per i mancini. Caratteristiche importanti si possono riscontrare nella loro maggiore capacità di essere riflessivi ed introspettivi, tendenzialmente più timidi ed imbarazzati rispetto ai destrorsi.

Sportivi che raggiungono eccellenti risultati, i mancini spiccano soprattutto negli sport in cui affrontano frontalmente il proprio avversario, come il tennis , il baseball o la boxe. Secondo la British Psychological Society i mancini sono più paurosi (studio condotto facendo visionare alcune scene de “Il silenzio degli innocenti”). Sempre a causa del funzionamento dei 2 emisferi del cervello, i mancini si arrabbiano più facilmente e riescono a gestire con maggiori difficoltà le proprie emozioni. Più di 25 mila persone sono state sottoposte a uno studio che ha evidenziato come i mancini alzino più spesso il gomito ma non siano per questo tendenzialmente portati all’alcolismo.

I mancini sono persone speciali. Ecco perché