Gli errori delle donne in amore, ecco come non ripeterli

Forse il  vostro uomo vi ha appena lasciato per un’altra, oppure siete state voi a fuggire, deluse dal non aver trovato in lui quello che cercavate. In questi momenti vi è mai successo di trovarvi a rivivere un film già visto? Se sì, allora è il caso che vi chiedate il perché e cerchiate di andare più a fondo della questione.
Niente di preoccupante, sia chiaro: è solo che probabilmente, come la maggior parte delle donne, siete incappate in un copione sentimentale. Di che si tratta, in pratica? Semplicemente di comportamenti automatici eletti a proprio stile personale, che tendono a mantenersi costanti anche con partner diversi. Insomma, un personaggio che recita la stessa parte indipendentemente dalla commedia che si trova a interpretare, come se fosse sempre la stessa.
Da qui la fastidiosa sensazione di "déjà vu" ogni volta che la fine della relazione si ripete, guarda caso nello stesso modo in cui si è rotta la precedente. Il problema nasce quando una persona è intrappolata nel proprio personaggio e non riesce a interpretarne altri. Eccone alcuni tra i più comuni:
C’è la fata, all’apparenza sempre perfetta, che passa sopra a ogni sopruso e torto pur di non avere contrasti, e viene regolarmente massacrata dal traditore di turno. Un classico è la cercatrice del principe azzurro, alla continua caccia di una pietra filosofale che inevitabilmente la delude, e così avanti all’infinito. Un po’ come la bella addormentata, perennemente in attesa di essere svegliata dall’uomo della vita.
Che dire poi della baciatrice di rospi, che vuole trasformare un mostro irrecuperabile in un principe di cui fidarsi? Facile indovinare il poco lieto fine, in cui il rospo lungi dal diventare un affascinante giovane si trasforma in un aguzzino senza scrupoli. Molte poi si riconosceranno nella camaleontica, pronta a seguire il partner in tutto e per tutto salvo ritrovarsi ad apparire agli occhi di lui noiose amebe senza personalità, o nella leccatrice di ferite, tanto sollecita a consolare un uomo ferito da una relazione precedente che questo, appena si riprenderà grazie alle cure amorevoli della malcapitata, non esiterà a lasciarla per tornare tra le braccia della ex.
I copioni in cui riconoscersi sono tanti e ogni donna può ritrovarsi in più d’uno: l’importante, una volta indivuato quello che si tende a recitare, non è tanto evitare di interpretarlo, ma sapersi fermare al momento giusto e imparare a entrare in altri personaggi, il più possibile compatibili con il proprio: non pensate di trasformarvi da fata a strega, per intenderci.
Oltre a introdurre un po’ di varietà nell’andamento delle relazioni, il maggiore divertimento sarà di spiazzare il partner, che vi troverà meno prevedibili e scontate.

Per approfondire: Giorgio Nardone, "Gli errori delle donne in amore", Ponte alle Grazie, 2010

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Gli errori delle donne in amore, ecco come non ripeterli