Darsi la mano connette e sincronizza i battiti del cuore e il respiro

Uno studio ha dimostrato che tenersi per mano, non solo fa battere i cuori all'unisono e respirare allo stesso ritmo, ma aiuterebbe ad alleviare il dolore

Quando ci si tiene per mano, i cuori battono all’unisono, si respira allo stesso ritmo e il dolore si placa. No, non sono fantasie da innamorati. Stando ad uno studio effettuato dai ricercatori dell’Università del Colorado di Boulder e pubblicato sulla rivista Scientific Reports, si tratta di un fenomeno reale, che riuscirebbe ad alleviare persino i dolori del parto.

Tenersi per mano con la propria dolce metà, innesca un meccanismo definito “sincronizzazione interpersonale”, ossia permette di sincronizzare il battito cardiaco e il respiro dei due piccioncini.
Alcuni esperti hanno dimostrato che può scattare persino quando due persone guardano un film particolarmente forte dal punto di vista emotivo o cantano insieme. Stando, però, a quanto verificato da Pavel Goldstein, a capo del nuovo studio rivoluzionario, più empatia c’è con il partner, più forte sarà la sincronizzazione quando le due persone si toccano. Ma non solo. Perché stare mano nella mano ha anche un grande potere analgesico.

Durante il parto della sua prima figlia, Goldstein ha scoperto che il dolore di sua moglie sembrava ridursi quando la teneva per mano. Da lì l’illuminazione, che ha portato lo scienziato a sottoporre 22 coppie di lunga data, tra 23 e 32 anni di età, ad una serie di test, ambientati su set allestiti come una sala parto. In un esperimento, gli uomini dovevano sedersi accanto alla propria compagna senza toccarla; in un altro, era concesso loro stringerle la mano; in un altro ancora, il partner doveva sedersi in una stanza separata. Per tutti e tre i test, si faceva provare alla donna un lieve dolore sul braccio per due minuti.

Lo studio ha dimostrato che, le coppie mostravano una certa sincronia fisiologica quando erano sedute vicine. Tuttavia, questa scompariva nel momento in cui la donna provava dolore e il compagno non poteva toccarla. Al contrario, quando i partner potevano tenersi per mano, i loro ritmi fisiologici si sincronizzavano alla perfezione, al punto da alleviare il dolore provato dalla donna.

Stando agli esperimenti, quindi, una maggiore empatia riuscirebbe ad alleviare il dolore di un membro della coppia, o di entrambi. La sincronizzazione potrebbe influire sull’area del cervello chiamata “corteccia cingolata anteriore”, dove vengono elaborati tutti gli “allarmi” che giungono al cervello dall’apparato sensoriale, tra cui il dolore, in tutte le sue diverse forme. Tenersi per mano, quindi, potrebbe essere il migliore antidolorifico naturale al mondo.

Darsi la mano connette e sincronizza i battiti del cuore e il respiro
Darsi la mano connette e sincronizza i battiti del cuore e il res...