Uova di Pasqua, come sceglierle senza avere brutte sorprese

Bastano pochi accorgimenti per evitare di comprare uova di cioccolato scadenti e con regali non adatti ai più piccoli: segui la guida

Pasqua è alle porte e, come ogni anno, scatta la ‘caccia all’uovo’ per i bambini. Vista la grandissima varietà e le qualità realizzate per soddisfare tutti i gusti, come distinguere quali siano le uova adatte ai più piccoli?

Al di là di quanto pubblicizzato, ricorda Altroconsumo, “prima di affidarsi al caso e rimanere delusi è meglio valutare qualità, prezzo, sicurezza e sostenibilità” dell’acquisto. E proprio per aiutare in questa valutazione, l’associazione a sostegno dei consumatori offre alcuni consigli con lo scopo di evitare… ‘brutte sorprese’.

“Prima di comprare un uovo di Pasqua controlla bene l’etichetta – si legge sul sito – se c’è la sorpresa, deve riportare il marchio CE e le indicazioni dell’età”.

Il marchio CE, infatti, stabilisce la conformità ai requisiti essenziali per la commercializzazione e l’utilizzo nell’Unione europea. Il produttore dovrebbe aver seguito le norme di sicurezza Ue.

Attraverso l’indicazione dell’età, invece, sarà possibile scegliere l’uovo e le sorprese adatte all’età del bimbo: se si trova il simbolo di divieto, per esempio, 0-3 anni, è importante regolarsi di conseguenza.

Attenzione, però, ricorda Altroconsumo, “perché moltissime sorprese hanno pezzi piccoli e per questo non sono adatte a bambini minori di 3 anni. Purtroppo questo può accadere anche per uova con soggetti generalmente destinati ai più piccoli, come ad esempio Masha e Orso, Frozen o Peppa Pig”.

In collaborazione con AdnKronos

Uova di Pasqua, come sceglierle senza avere brutte sorprese
Uova di Pasqua, come sceglierle senza avere brutte sorprese