Terremoto: gli italiani si mobilitano per portare aiuto

Tantissime le iniziative di solidarietà, grandi e piccole, che in questo periodo vanno in aiuto alle vittime del terremoto del Centro Italia

Centinaia le iniziative di aiuto dal nord al sud del Paese a favore delle vittime del terremoto in Cemtro Italia. È possibile dare una mano con donazioni (ECCO COME>>>), oppure mettendo a disposizione gratuitamente case, stanze di albergo e assistenza medica e psicologica. Oltre alle recenti donazioni di Lady Gaga e delle giocatrici della Nazionale italiana di volley, anche vari enti pubblici ed eventi privati hanno dato prova di grande solidarietà con iniziative degne di nota. Eccone alcune.

La Solidarietà degli Insegnanti: “Vogliamo Devolvere il Bonus 500 Euro ai Terremotati”
Per le vittime del Terremoto di Amatrice, tutta Italia ha dimostrato solidarietà. Non poteva mancare anche quella degli insegnanti italiani. Si chiama Carta del Docente ed è un bonus destinato a tutti gli insegnanti assunti a tempo indeterminato che hanno la possibilità di spendere 500 euro per il proprio aggiornamento professionale. Attivato con il decreto de “La Buona Scuola”, migliaia di insegnanti hanno usufruito di questo vantaggio per l’acquisto di libri, corsi online, tablet, software vari e biglietti di cinema e teatro. Molti, però, non hanno ancora usato questo Bonus 500 euro ed ecco che parte su facebook un’ondata di solidarietà degli insegnanti italiani. La richiesta è la seguente: devolvere l’intera somma destinata all’aggiornamento professionale in favore di chi sta lottando contro i gravi danni causati dal terremoto avvenuto la scorsa notte. I social network fanno partire molto spesso campagne di sensibilizzazione. Non è da meravigliarsi che anche gli insegnanti abbiano intrapreso una propria strada. Non sono mai mancati segnali di solidarietà da parte dell’intera categoria nei momenti di difficoltà. E come leggiamo da OrizzonteScuola, l’attivismo porta già a chiedere al Governo o al Ministero della Pubblica Istruzione come poter fare per donare la somma in questione, cercando di sensibilizzare chi di dovere per aprire un fondo dedicato, in modo da rinunciare consapevolmente alla cifra ottenuta offrendola generosamente a chi, al momento, ne ha più bisogno in termini di sopravvivenza. Gli insegnanti che hanno ottenuto e usato il bonus docenti sono tanti, ma non tutti. Sarebbe sicuramente un gesto di tutto rispetto, di grande solidarietà e generosità, da parte di una categoria che da anni sta ricevendo aspre critiche e svilimento del ruolo sociale. Il tam tam è partito, ora resta solo di attendere eventuali linee guida da parte del presidente del consiglio e del Ministro Giannini.

Gli incassi dei musei di domenica 28 agosto saranno destinati alla ricostruzione
Lo ha annunciato il Ministro di Beni Culturali e Turismo Dario Franceschini invitando tutti gli italiani ad “andare nei musei in segno di solidarietà con le popolazione coinvolte dal sisma della scorsa notte”. Grazie a questa prima misura straordinaria – che si aggiunge a quelle già previste e alle ulteriori misure che il governo adotterà – il Mibact destinerà gli incassi dei musei del 28/8 a interventi sul patrimonio culturale danneggiato dal sisma.

La Notte della Taranta si fa solidale: salvadanai giganti per aiuti dopo sisma
Il concertone finale della Notte della Taranta, in programma sabato, 27 agosto, a Melpignano (Lecce), si trasforma in una maratona di solidarietà a favore delle popolazioni colpite dal sisma. E’ quanto stabilito dalla fondazione che organizza l’evento d’intesa con la Regione Puglia. Il pubblico in piazza e quello che seguirà l’evento in diretta su Rai5, a partire dalle 22,30, potrà effettuare delle donazioni che finanzieranno la ricostruzione di un’opera nei territori colpiti dal terremoto, struttura che sarà individuata dalla Regione Puglia. Alle 18,45 di sabato i sindaci della Grecia salentina saliranno sul palco per invitare i 200mila previsti in piazza a versare un contributo economico nei sette mega salvadanai, che saranno installati e presidiati dalla Protezione Civile nei varchi di accesso al concertone. Alle 22,30 Carmen Consoli, a nome di tutti gli artisti e del’orchestra popolare, aprirà il concertone con un messaggio per invitare il pubblico a contribuire al progetto di solidarietà ‘La Puglia per la ricostruzione’. Sugli schermi video scorrerà per tutta la durata dell’evento il numero utile per le donazioni.

Terremoto: gli italiani si mobilitano per portare aiuto
Terremoto: gli italiani si mobilitano per portare aiuto