Senza vaccinazioni niente asilo nido: in Emilia Romagna scoppia la polemica

La legge sull'obbligo delle vaccinazioni per i bimbi da 0 a 3 anni fa discutere. Il Codacons solleva dubbi sulla sua costituzionalità

I bambini che vogliono frequentare gli asili nido devono essere vaccinati: in Emilia Romagna la proposta che aveva già fatto discutere è diventata legge, approvata  dall’Assemblea legislativa.

La riforma che riguarda i servizi della prima infanzia da 0 a 3 anni introduce l’obbligo di sottoporre i bambini all’antipolio, l’antidifterica, l’antitetanica e l’antiepatite B.

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin appoggia l’iniziativa dell’Emilia Romagna e sottolinea che:

Tutelare la salute pubblica è il nostro grande obiettivo. Dobbiamo dare ascolto alla scienza: i vaccini rappresentano lo strumento più importante di prevenzione.

Il governatore Stefano Bonaccini ha giustificato così l’approvazione della norma:

La nostra legge è a tutela della salute pubblica, cioè delle nostre comunità, e soprattutto dei bambini più deboli, quelli che per motivi di salute, immunodepressi o con gravi patologie croniche, non possono essere vaccinati e che sono quindi più esposti a contagi.

Il Codacons però ha sollevato dubbi sulla costituzionalità della legge spiegando che se venisse messa in pratica potrebbe portare a una serie di denunce contro gli asili nido con l’accusa di abuso in atti d’ufficio e violenza privata.

Molte critiche giungono anche dal M5s per voce del consigliere regionale Raffaella Sensoli:

Nessuno si è mai sognato di mettere in discussione l’utilità dei vaccini, le nostre critiche riguardano soprattutto il metodo con il quale si vuole portare avanti questa obbligatorietà che non farà altro che allontanare ancor di più quei genitori che oggi, a causa anche della scarsa informazione, continuano a non voler vaccinare i propri figli. La coercizione non era e non è la strada giusta.

In Emilia Romagna come in molte Regioni d’Italia si è assistito a un calo delle vaccinazioni.  Nel 2015 la copertura per le quattro vaccinazioni obbligatorie ha raggiunto il 93,4% sotto il livello di sicurezza. Per questo Bonaccini ha ribadito che la giunta ha deciso di garantire e tutelare la salute dei cittadini.

Senza vaccinazioni niente asilo nido: in Emilia Romagna scoppia la polemica
Senza vaccinazioni niente asilo nido: in Emilia Romagna scoppia la&nbs...