Sanremo, avviso di garanzia per lo scenografo del Festival. Lui smentisce

Una nuova bufera si abbatte sulla kermesse canora. Diffusa la notizia che lo scenografo Riccardo Bocchini è indagato, ma lui nega attraverso i suoi legali

Nuova bufera sul Festival di Sanremo dopo le polemiche per il cachet di Carlo Conti. Stando a quanto riporta il sito DagospiaRiccardo Bocchini, scenografo di fiducia del conduttore toscano, è stato raggiunto da un avviso di garanzia con l’accusa di aver intascato delle tangenti. La notizia è comparsa sul quotidiano diretto da Maurizio Belpietro, La Verità.

Nelle mani dei magistrati romani ci sarebbe una lista di 52 indagati tra funzionari, dirigenti e direttori della fotografia che hanno lavorato in Rai. Tra i reati contestati: associazione a delinquere, appropriazione indebita, turbativa d’asta, corruzione e concussione.

Attraverso i suoi legati, Bocchini però smentisce di aver ricevuto qualsiasi avviso di garanzia. Precisa l’avvocato John R. Paladini, in riferimento agli articoli comparsi su La Verità: “Non è stato mai ufficialmente informato di essere coinvolto in indagini” e “Non ha commesso alcun illecito nei confronti della Rai”.

Prosegue il legale: “I predetti articoli, contengono notizie distorte e diffamanti riferite al mio Assistito al quale sono stati ingiustamente attribuiti fatti e circostanze del tutto inveritieri”.

Bocchini ha curato la scenografia dei Festival condotti da Conti, compreso quello di quest’anno. Per l’allestimento dell’Ariston l’architetto ha spiegato che si è ispirato a “un semplicissimo pop up realizzato con un cartoncino ed una fustella”. Bocchini ha lavorato per altri importanti programmi, come riporta Dagospia, quali L’eredità, Affari tuoi, I migliori anni, Tale e quale show, Sogno e son desto.

Sanremo, avviso di garanzia per lo scenografo del Festival. Lui smentisce
Sanremo, avviso di garanzia per lo scenografo del Festival. Lui s...