Raggi attacca i giornalisti: vuole privacy per suo figlio

La sindaca si lamenta per l'assedio dei fotografi sotto casa, li filma e pubblica il video: Mi fate pena

Un’altra settimana carica di tensione per Virginia Raggi che sulla questione scorta è entrata in conflitto con i giornalisti criticando l’assedio insostenibile alla sua abitazione. Virginia ha filmato i giornalisti, ha postato il video sulla sua pagina FB e ha commentato così il loro comportamento: “Mi fate pena”.

La sindaca chiede rispetto non solo per lei ma soprattutto per la vita del figlio “che non ha alcuna responsabilità in questa follia che state creando” dice ai paparazzi.

Ma non è finita qui, sulla sua pagina Fb la Raggi continua il suo attacco ai giornalisti: “Cosa vi hanno ordinato di “catturare” oggi? Un dito nel naso, i capelli fuori posto, mio figlio che magari fa i capricci per dire che sino una madre snaturata? Mi fate un po’ pena a dir la verità: tutta la vostra vita passata ad aspettare che qualcuno “inciampi”… Forse siamo già al giornalismo 3.0? Ad ogni modo, se faccio presto, oggi butterò l’immondizia: state pronti! Sia mai sbagli bidone, potete vincere il Pulitzer!”.

Le sue parole hanno subito suscitato reazioni e critiche, ma da parte dei militanti 5 stelle ha avuto subito solidarietà.

Tutto questo accade in una settimana in cui la Raggi sarà chiamata a risolvere il problema della nomina del nuovo assessore al Bilancio e si aspetta l’esito dell’interrogatorio in procura di Paola Muraro.

Raggi attacca i giornalisti: vuole privacy per suo figlio
Raggi attacca i giornalisti: vuole privacy per suo figlio