Oscar 2017, sei statuette a La La Land, errore con la busta per Moonlight

Colpo di scena agli Oscar 2017, con un errore nella premiazione del cast di La La Land, salito sul palco al posto di Moonlight

Emozioni e un colpo di scena nella notte degli Oscar 2017, dove a trionfare sono stati i super favoriti “Moonlight” e “La La Land”. Uno dei momenti indimenticabili è stato senza dubbio l’errore avvenuto durante la consegna del premio per il “Miglior film”. A trionfare è stato infatti “Moonlight”, ma sul palco è salito tutto il cast di “La La Land”. Quando Warren Beatty e Faye Dunaway hanno aperto la busta per proclamare il vincitore in una delle categorie più importanti degli Academy Awards, hanno letto il titolo “La La Land”.

I protagonisti del musical, Ryan Gosling ed Emma Stone, ma anche i produttori e il regista Damien Chazelle (che aveva appena ritirato la statuetta come “Miglior Regista”), sono saliti sul palco del Dolby Theater. Peccato che la busta aperta fosse sbagliata e si trattasse di quella dedicata al premio come “Miglior Attrice”, vinto da  Emma Stone, super favorita nella categoria. Dopo l’imbarazzo iniziale l’intero cast è stato rispedito in platea per fare spazio a “Moonlight”, vero vincitore nella categoria. “Oh mio Dio. Devo dire che è vero, non è falso” ha detto il regista della pellicola, Berry Jenkins, salendo sul palco. Il film che racconta la storia di Chiron, ragazzo nero e gay in un quartiere malfamato di Miami, ha vinto anche il premio come “Miglior sceneggiatura non originale” e “Miglior attore non protagonista”, quest’ultimo premio è andato a Mahershala Ali.

Sei premi a “La La Land”, il musical che ha stupito tutti e che era arrivato alla serata degli Oscar con ben tredici candidature. A Chazelle è andato il premio come “Miglior regista”, mentre Emma Stone ha ritirato la statuetta come “Miglior attrice protagonista”. Casey Affleck, protagonista di “Manchester by the sea” è invece stato premiato come “Miglior attore protagonista”. Sul palco l’attore ha ringraziato la famiglia e, visibilmente emozionato, ha dedicato l’Oscar anche a Matt Damon e al regista Kenneth Lonergan. Proprio quest’ultimo ha vinto il premio per la “Miglior sceneggiatura originale”, andata a “Manchester by the sea”, la storia toccante di un uomo che ritorna nella sua città natale per prendersi cura della nipote, dopo un passato doloroso.

Polemiche per l’assenza di Asghar Farhadi, che ha trionfato nella categoria “Miglior film non in lingua inglese” con “Il cliente”, ma non si è presentato. Al suo posto è stata letta una lettera in cui ha affermato di non essersi presentato per rispetto nei confronti dei concittadini iraniani.

Viola Davis è stata invece premiata come “Miglior attrice non protagonista” con il film “Barriere” di Denzel Washington. La categoria “Miglior trucco” è stata vinta dagli italiani Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini, che hanno lavorato in team con Christopher Nelson per il make-up di “Suicide Squad”.

Trionfo di Colleen Atwood, per i “Migliori costumi”, grazie ad “Animali fantastici e dove trovarli”, film della saga di J. K. Rowling. Sul fronte dell’animazione ha vinto “Piper”, lo stupendo corto Piar, mentre nella categoria per il lungometraggio è stato premiato “Zootropolis” di Rich Moore e Byron Howard.

Infine il “Miglior montaggio sonoro” è finito a Sylvain Bellemare per “Arrival” di Denis Villeneuve, l’Oscar per “Miglior sonoro” è andato a Kevin O’Connell, Andy Wright, Robert Mackenzie e Peter Grace per “La battaglia di Hacksaw Ridge”, il film di Mel Gibson.

Oscar 2017, sei statuette a La La Land, errore con la busta per Moonlight
Oscar 2017, sei statuette a La La Land, errore con la busta per M...