Obbligo vaccini a scuola: vi spieghiamo le novità (e i costi)

A scuola torna l'obbligo dei vaccini: ecco tutte le novità, le sanzioni e cosa rischiano i genitori che non rispettano la nuova norma

Torna l’obbligo dei vaccini nelle scuole italiane, in particolare nei nidi e nelle scuole d’infanzia, ma anche alle elementari. Il nuovo decreto del governo ha istituito, per il prossimo anno scolastico 12 vaccini obbligatori a cui dovranno sottoporsi tutti i bambini.

Si tratta di profilassi che sino ad oggi erano solamente raccomandate, contro polio, meningococco B e C, morbillo, rosolia, pertosse, emofilo B, difterite, parotite, varicella, tetano ed epatite b. A partire dai 6 anni d’età, la scuola potrà riferire alla Asl se il bambino non è stato vaccinato, in questo caso i sanitari avvertiranno la famiglia, lasciandogli qualche giorno per mettersi in regola, se questo non accadrà scatteranno le sanzioni.

La fascia d’età maggiormente coinvolta è quella dei piccoli fra i 0 e i 6 anni. Per loro i vaccini obbligatori saranno, come già spiegato, 12. Polio, tetano, epatite b, difterite, pertosse ed emofilo B si dovranno effettuare nei primi tre mesi di vita. Nel periodo intermedio sono previsti i due meningococco, infine morbillo, parotite, rosolia e varicella si faranno fra i 13 e i 15 mesi. A chi non è in regola verrà vietata l’iscrizione al nido e alla scuola materna.

Il decreto estende l’obbligo dei vaccini (e relativi richiami) anche ai bambini dai 7 ai 16 anni, che frequentano elementari, medie e primi anni delle superiori. In questo caso però la mancata vaccinazione non esclude l’iscrizione, ma comporta sanzioni per la famiglia. Queste ultime prevedono multe, fatte dall’Asl, che vanno dai 500 sino ai 7.500 euro. Questo però non è l’unico pericolo a cui andrà incontro chi deciderà di non vaccinare i propri figli. Ogni genitore che violerà l’obbligo infatti verrà segnalato al Tribunale dei minorenni, rischiando la sospensione della potestà genitoriale. L’unico caso in cui le vaccinazioni possono essere differite oppure omesse è quando c’è un reale pericolo per la salute, attestato dal medico di base o dal pediatra.

Obbligo vaccini a scuola: vi spieghiamo le novità (e i costi)
Obbligo vaccini a scuola: vi spieghiamo le novità (e i costi)