Mai più bocciati alle medie e alle elementari

Con una nuova legge il decreto ha deciso di abolire le bocciature alle elementari e alle medie. Gli alunni verranno sempre promossi

Mai più bocciature alle medie e alle elementari. Una delle grandi novità introdotte dalla Buona scuola riguarda l’impossibilità di bocciare i bambini della scuola primaria e media. L’Italia, secondo alcuni dati, è uno dei paesi con la maggiore dispersione scolastica, per questo prima il governo Renzi, poi quello Gentiloni, hanno deciso di abolire questa pratica.

Da quest’anno dunque alle elementari si potrà bocciare solamente in caso di troppe assenze o per abbandono dell’anno scolastico. Il profitto invece non potrà in nessun modo influire in questa decisione. “Le alunne e gli alunni della scuola primaria sono ammessi alla classe successiva e alla prima classe di scuola secondaria di primo grado anche in presenza di livelli di apprendimento parzialmente raggiunti o in via di prima acquisizione” si legge nel decreto legislativo 62 diffuso lo scorso aprile. Nel caso in cui ci sia una promozione “agevolata”, le scuole saranno obbligate ad attivare delle “specifiche strategie per il miglioramento dei livelli di apprendimento”.

Non solo: la bocciatura a scuola sarà possibile solamente se tutti gli insegnanti del consiglio di classe si troveranno d’accordo. “Solo in casi eccezionali e comprovati da specifica motivazione”. Se ci sarà l’opposizione anche di un solo professore, l’alunno non dovrà ripetere l’anno e si verificherà la “promozione ope legis“.

La legge ha portato anche qualche novità per quanto riguarda le prove Invasi. Oltre ai test di Italiano e Matematica, ci sarà anche una prova di Inglese. Le stesse regole valgono per la scuola media, dove non sarà più possibile bocciare e la promozione sarà una regola. “Le alunne e gli alunni della scuola secondaria di primo grado sono ammessi alla classe successiva e all’esame conclusivo del primo ciclo – spiega il decreto -. Tranne i casi di gravi infrazioni disciplinari e nei casi di “parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento in una o più discipline”. In questi casi il consiglio di classe potrà deliberare” la bocciatura, ma con adeguata motivazione”.

 

Mai più bocciati alle medie e alle elementari
Mai più bocciati alle medie e alle elementari