Lombardia, niente asilo nido per i bambini non vaccinati

Lo prevede una mozione approvata dal Consiglio Regionale.

Presto in Lombardia potrebbe essere obbligatorio somministrare i vaccini negli asili nido.

Questo è quanto chiesto alla Giunta di Roberto Maroni dalla mozione approvata dal Consiglio regionale, presentata dal capogruppo di Lombardia Popolare, Angelo Capelli, con 34 voti favorevoli su 50 (Partito Democratico, Forza Italia, Lombardia Popolare, Patto Civico, Fratelli d’Italia), 9 contrari (il Movimento Cinque Stelle e la capogruppo di SEL) e 7 astenuti (la Lista Maroni).

19 i consiglieri, invece, che hanno deciso di non partecipare al voto, tutti appartenenti alla Lega Nord.

Nel dettaglio, la mozione impegna la Giunta di “introdurre come requisito d’accesso ai servizi sociali per la prima infanzia, pubblici e privati, l’avere assolto agli obblighi vaccinali prescritti dalla normativa vigente“.

Ovvero, si vuole obbligare i genitori a vaccinare i propri figli contro tetano, difterite, epatite B e poliomelite.

Inoltre, la mozione chiede alla Giunta di “sostenere, all’interno della Conferenza Stato – Regioni, la proposta di una nuova legge nazionale che renda obbligatorie tutte le vaccinazioni previste nel Piano di prevenzione vaccinale 2017 – 19 su tutto il territorio nazionale per l’accesso a nidi e scuole materne”.

La Lombardia, prima dell’ok alla mozione, aveva dato parere contrario all’idea ma ora la Giunta dovrà decidere o meno se seguire l’esempio dell’Emilia Romagna, prima regione d’Italia a introdurre l’obbligo delle vaccinazioni.

Alla base della decisione della maggioranza del Consiglio Regionale ci sono dati – appresi da LaStampa.it – che dicono che oltre 5mila bambini che avrebbero già dovuto fare le tre dosi del vaccino esavalente (tetano, difterite, epatibe B, poliomelite, pertosse, Haemophilus B), e che, invece, non le hanno fatto.

Inoltre, ad altri 6mila bambini non sarebbe stato somministrato il vaccino trivalente (pertosse, rosolia e morbillo).

Senza dimenticare, infine, l’aumento dei casi di contagio di morbillo e meningococco di tipo B.

Lombardia, niente asilo nido per i bambini non vaccinati
Lombardia, niente asilo nido per i bambini non vaccinati