L’incubo di Pippo Franco, perseguitato per mesi

Una coppia di romeni ha fatto vivere momenti da incubo al celebre comico e presentatore romano

Pippo Franco e sua moglie sono stati minacciati e perseguitati da due romeni che, dopo numerose indagini, sono stati denunciati dalla Polizia per minacce e tentata estorsione aggravata. L’ex colf di Pippo Franco aveva fatto credere al comico che una banda di malviventi avrebbe voluto mettere a segno una rapina nella sua villa alle porte di Roma. In realtà si trattava solo di una scusa per far assumere come guardiano notturno il suo compagno disoccupato, anche lui romeno. L’ex colf di Franco, per convincere il noto attore e presentatore del fatto che qualcuno voleva introdursi nella sua abitazione per rubare, avrebbe simulato pedinamenti e appostamenti. Pippo e la moglie, inoltre, avrebbero ricevuto molte telefonate minatorie.

Un periodo da incubo per Pippo Franco che, a un certo punto, ha dovuto chiedere aiuto alla Polizia. Gli agenti, dopo svariate indagini, hanno scoperto che la fonte delle paure del comico e della moglie era la coppia di stranieri. Secondo le ultime informazioni, Pippo Franco e la moglie avevano creduto, in un primo momento, di essere finiti veramente nel mirino di una banda di criminali. Durante la giornata ricevevano tantissime chiamate minatorie e vedevano auto appostate per molto tempo nei pressi della loro villa. Alla fine dell’anno scorso, la coppia di romeni aveva anche simulato un furto nella casa dell’attore. I poliziotti hanno subito cercato di fare luce sulla vicenda e, fortunatamente, hanno scoperto che i responsabili dei timori di Pippo erano l’ex colf e il compagno.

L’incubo di Pippo Franco, perseguitato per mesi
L’incubo di Pippo Franco, perseguitato per mesi