Laura Biagiotti, il bollettino medico: “Morte cerebrale”

La stilista, 73 anni, si è sentita male nella sua villa di Roma. Ricoverata d'urgenza, le sue condizioni sono apparse subito gravissime

Morte cerebrale per Laura Biagiotti. Questo è quanto si apprende dal bollettino medico dell’ospedale Sant’Andrea di Roma dove è stata ricoverata dopo un malore mercoledì sera. La stilista, 73 anni, ha avuto un attacco di cuore. Si è sentita male nella sua villa intorno alle 19.30, rianimata al pronto soccorso, è ora in terapia intensiva in condizioni disperate. Spiegano i medici:

Le manovre rianimatorie, avviate a quanto riferito già prima che la paziente giungesse in ospedale e poi ripetutamente effettuate presso il nostro Pronto Soccorso hanno consentito la ripresa dell’attività cardiaca, ma il quadro clinico e gli accertamenti effettuati attestano un grave danno cerebrale di tipo anossico. La signora Biagiotti è ricoverata in Terapia Intensiva in condizioni gravissime e stanno per essere avviate le procedure per l’accertamento strumentale della condizione di morte cerebrale.

La figlia Lavinia si trovava a Londra. È rientrata immediatamente in Italia, dopo essere stata avvisata del malore della madre.

Nata a Roma il 4 agosto 1943, Laura Biagiotti insieme a Krizia è stata una delle poche donne a guidare il made in Italy nella conquista dei mercati internazionali. La sua prima collezione risale al 1966 per Schuberth. Nel 1972 ha fondato l’omonima casa di moda. È stata la prima griffe italiana a sfilare in Cina il 25 aprile del 1988, a Pechino, con 30 modelle e 150 abiti. E sempre la prima a conquistare il Cremlino di Mosca. La sua fama è legata all’immagine della “donna bambola”. Le linee sono ampie ed estremamente femminili. L’utilizzo di tessuti ricercati, la cultura e la ricerca che mette in ogni creazione rimangono caratteristiche costanti di tutte le sue collezioni.

Dal 1980 Laura Biagiotti vive e lavora nella campagna romana di Guidonia, nel castello Marco Simone, dell’XI secolo, ristrutturato insieme al marito Gianni Cigna, scomparso nell’agosto del 1996. La coppia ha avuto una figlia, Lavinia, che è entrata nell’azienda nel 1997. Dal 2005 è vicepresidente.

Il New York Times ha definito Laura Biagiotti “Regina del cashmere”.

Laura Biagiotti, il bollettino medico: “Morte cerebrale”
Laura Biagiotti, il bollettino medico: “Morte cerebrale”