Jim Carrey citato in giudizio per la morte della sua ex fidanzata

Il marito della ex fidanzata dell'attore, suicidatasi un anno fa, l'ha citato in giudizio per un presunto coinvolgimento nella morte della donna

Jim Carrey è stato citato in giudizio al Tribunale di Los Angeles in seguito alla morte della sua fidanzata Cathriona White. Per lui l’accusa è di violazione delle leggi sullo spaccio di droga e omissione di soccorso. Nello specifico l’attore americano è accusato di aver procurato illegalmente dei farmaci (Ambien, Propranolol e Percocet) alla ragazza, morta a 28 anni il 29 settembre del 2015.

Cathriona White si suicidò alla fine di una relazione complicata che ebbe con l’attore. Ed esattamente due mesi fa era stata resa pubblica la lettera d’addio che lei gli scrisse prima di quel drammatico gesto. La ragazza fu trovata morta nel suo appartamento di Los Angeles con accanto alcune pillole e secondo l’autopsia sarebbe morta per un mix di farmaci.

Jim Carrey è stato denunciato dal marito della sua ex fidanzata, Mark Burton, che lo accusa di averle procurato illegalmente le droghe con cui si è tolta la vita. Sotto il falso nome di Arthur King, si sarebbe fatto dare dei medicinali che creano forte dipendenza senza disporre di una ricetta. Il marito si è rivolto al tribunale di Los Angeles dichiarando che Carrey ha dato i farmaci alla moglie, pur sapendo che era soggetta alla depressione e che aveva già tentato il suicidio. Inoltre, sempre secondo Burton, l’attore avrebbe anche provato a mascherare il suo coinvolgimento nella vicenda.

Sempre seconda l’accusa l’attore avrebbe avuto un controllo ossessivo nei confronti di Cathriona: la sorvegliava continuamente, usando addirittura le telecamere di sorveglianza per monitorare i suoi movimenti. Per questo è stato chiesto un risarcimento danni e il rimborso per le spese funerarie e le spese legali. La somma, però, non è stata ancora specificata.

Da parte sua, l’attore si difende e spiega in un comunicato stampa:

Non tollererò questo tentativo senza cuore di sfruttare me o la donna che amavo. Spero davvero che un giorno, presto, la gente smetterà di cercare di trarre profitto da questo e lasciarla riposare in pace. Sarebbe facile per me arrivare in una stanza sul retro con l’avvocato di questo uomo e fare chiarezza, ma ci sono dei momenti nella vita in cui bisogna alzarsi in piedi e difendere il tuo onore contro il male in questo mondo.

Jim Carrey citato in giudizio per la morte della sua ex fidanzata
Jim Carrey citato in giudizio per la morte della sua ex fidanzata