In Polonia, un bonus alle donne che partoriscono bimbi malati o con disabilità

In Polonia una legge Pro life voluta dal Parlamento vuol tentare di far diminuire il numero di aborti

Le donne polacche che decideranno di non abortire e di partorire comunque bambini gravemente malati o con malformazioni, riceveranno dallo stato un bonus equivalente a 930 euro – 4000 zloty. L’ha deciso il Parlamento di Varsavia con maggioranza assoluta del partito populista Diritto e giustizia (Pis).

Hanno votato a favore della legge detta Pro Life, perché a favore della vita e contro l’aborto, 267 deputati con 21 astenuti e 140 contrari.

Pensata e proposta per venire incontro agli ambienti antiabortisti – sostenuti dalla Chiesa – dopo che i deputati del Pis avevano fatto marcia indietro respingendo la proposta di legge con il divieto totale di aborto, a causa di un’ondata di proteste messa in atto dalle “donne in nero”.

In Polonia, un bonus alle donne che partoriscono bimbi malati o con disabilità
In Polonia, un bonus alle donne che partoriscono bimbi malati o con&nb...