“Fabrizio non è cambiato”: l’ex collaboratore di Corona a “Domenica Live”

Fabrizio Scippa, ex collaboratore di Corona, ha raccontato a Domenica Live la vita sregolata dell'ex fotografo dopo essere uscito dal carcere

A “Domenica Live”, Fabrizio Scippa, ex collaboratore di Fabrizio Corona, racconta la verità sull’ex re dei paparazzi e su quel milione e 700mila euro trovati nel controsoffitto della casa di Francesca Persi che l’hanno riportato in carcere a San Vittore.

Fabrizio Scippa è stato a lungo il responsabile eventi dell’agenzia Atena tramite cui Fabrizio Corona riceveva i soldi trovati dagli inquirenti.”Organizzavo le famose serate di Fabrizio. Gestivo tutte le chiamate dal novembre 2015, da quando lui ha avuto il permesso per andare in giro. Penso che abbiamo fatto circa 500 eventi. Facevamo ospitate più o meno brevi in lounge e negozi di abbigliamento“.

Secondo quanto ha raccontato Scippa a Barbara D’Urso, una volta fuori dal carcere Fabrizio Corona aveva ripreso lo stile di vita sbagliato che aveva in precedenza. “È stato ripreso dal vortice di anni fa” ha spiegato, facendo anche capire che Corona non avrebbe mai potuto guadagnare quasi due milioni di euro solo con le serate in discoteca. “Non so nulla di pagamenti in nero. I contratti non venivano mai stracciati – ha detto Scippa a “Domenica Live” – Se faccio un calcolo di logica, è impossibile che tutta quella cifra sia stata fatta per le serate. La maggior parte delle lamentele dei clienti era per le voci di contratto non rispettate“.

Fabrizio Scippa ha raccontato anche di aver interrotto ogni contatto con Fabrizio Corona dopo un litigio furioso che scoppiò di fronte ai dipendenti. Il motivo? Corona non avrebbe voluto saldare alcune multe per eccesso di velocità. “Trentamila euro di multe non pagate? Siamo praticamente arrivati alle mani in ufficio – ha raccontato Scippa – Gli ho chiesto di pagarmi le multe, visto che andavamo sempre a 200 km all’ora”.

“Fabrizio non è cambiato”: l’ex collaboratore di Corona a “Domenica Live”
“Fabrizio non è cambiato”: l’ex collaboratore di Co...