Essere mamma a 61 anni. E’ giusto?

La donna ha dato alla luce il piccolo Elias dopo quattro gravidanze interrotte e dopo una cura ormonale

Maria Rosaria è diventa mamma a 61 anni: “Un sogno dopo 4 gravidanze interrotte”. La donna ha dato alla luce il piccolo Elias dopo quattro gravidanze interrotte e dopo una cura ormonale. E’ successo al Pineta Grande Hospital di Castel Volturno, è nato Elias, 3,5 kg e 50 cm di altezza (a 35 settimane e mezzo di gestazione).

“La mamma, Maria Rosaria Veneruso, di 61 anni, dopo 4 gravidanze interrotte ha realizzato il suo sogno”, hanno fatto sapere dalla struttura che ha seguito la paziente solo per la durata della gravidanza. “Non riesco a descrivere a parole l’emozione nel vedere mio figlio per la prima volta”.  Così la signora Maria Rosaria Veneruso ha espresso la sua gioia in un’intervista al Mattino.

A occuparsi della gravidanza e del parto è stata l’equipe del dottore Stefano Palmieri. “É stata una gravidanza tranquilla – fanno sapere fonti della clinica – tanto che fino al settimo mese la signora ha svolto regolarmente attività fisica”. La signora, “felicissima e in ottima salute”.

Al Mattino la neomamma conferma di non essersi sottoposta a nessuna inseminazione artificiale “Ho sostenuto solo una cura ormonale, che mi era stata data da tempo, dal 1993. Ho sempre creduto di farcela. La gestazione è stata tranquilla. Sono stata seguita dal mio ginecologo e dallo staff della clinica Pineta Grande. Fino al settimo mese ho continuato a fare ginnastica, come faccio abitualmente da anni per sentirmi bene con il mio corpo. Nessun altro segreto”.

Maria Rosaria non pensa assolutamente che diventare  mamma a 61 anni sia troppo tardi e non si scompone difronte alle critiche che in molti le hanno rivolto  “Più di una persona mi ha detto chiaramente che non era il caso che diventassi mamma alla mia età. Molti, anche se non lo dicevano chiaramente, lo facevano intuire. Ma io ero convinta di quello che facevo. Ne sono tuttora convinta”, confessa al Mattino. Anzi, invito altre donne, che si dovessero venire a trovare nelle condizioni in cui ero io, a infischiarsene di tutti e di tutto, a pensare solo a se stesse e a quello che potrebbe diventare il proprio figlio, una gioia immensa, un frutto bellissimo dell’amore incondizionato”.

Il futuro non fa assolutamente paura alla neo mamma che ha già pianificato tutto come ha rivelato nella sua intervista “Non ho paura di nulla ma la nostra scelta di diventare genitori non è stata certo avventata. Io e mio marito abbiamo pensato nei minimi particolari al futuro di Elia. Se succederà qualcosa a me o a lui c’è già una giovane coppia di sposi, i miei nipoti, con figli, che si prenderà cura di nostro figlio”.

Essere mamma a 61 anni. E’ giusto?
Essere mamma a 61 anni. E’ giusto?