Congedo mestruale per le italiane: come funziona e chi ne potrà usufruire

La proposta di legge è al vaglio della commissione Lavoro. Interesserebbe le donne che soffrono di dismenorrea che avrebbero diritto a un permesso di 3 giorni al mese

Anche in Italia potrebbe arrivare il congedo mestrualeTre giorni di permesso al mese durante il ciclo grazie al quale le donne potranno assentarsi dal posto di lavoro senza chiedere ferie o mettersi in malattia. Questa è la proposta di legge presentata mesi fa alla Camera da quattro deputate del Pd e che ora è al vaglio della commissione Lavoro. Si attende l’approvazione a breve.

Se la proposta dovesse passare, comunque non tutte le italiane in età fertile avrebbero il diritto di usufruire del congedo mestruale il quale sarà riservato soltanto a coloro che soffrono di dismenorrea, ossia riguarderà coloro che hanno un ciclo particolarmente doloroso. Nel nostro Paese fino al 90% delle donne lamenta mal di testa, mal di schiena, dolori addominali, forti sbalzi ormonali durante il ciclo. Per il 30% questi disturbi sono invalidanti e costringono a letto per ore o per giorni chi ne soffre.

Per avere diritto al congedo mestruale è necessario presentare al datore di lavoro un certificato medico che attesti la dismenorrea. A questo punto si avrà il diritto di astenersi per massimo tre giorni al mese dal posto di lavoro, durante i quali non verranno detratti soldi dallo stipendio. Il certificato andrà rinnovato entro il 30 dicembre dell’anno in corso e presentato al datore di lavoro entro il 30 gennaio dell’anno successivo. Avranno diritto al permesso le lavoratrici con  contratto a tempo indeterminato, subordinato e parasubordinato, full o part time, sia nel settore pubblico che in quello privato.

Secondo i dati riportati da Studio Cataldi la dismenorrea comporta tassi di assenteismo dal 13% al 51% nelle scuole e dal 5% al 15% sul posto di lavoro.

Il congedo mestruale è già in vigore in altri Paesi come il Giappone, presente dal 1947 e l’Indonesia dal 1948. Recentemente è stato introdotto in Sud Corea nel 2001 e a Taiwan nel 2013. In Oriente il problema è molto sentito perché è diffusa la convinzione che le donne che soffrono durante il ciclo e non si riposano, avranno dei parti difficili.

L’approvazione del disegno di legge in Italia segnerebbe un notevole passo avanti nel riconoscimento dei diritti della donna.

Congedo mestruale per le italiane: come funziona e chi ne potrà usufruire
Congedo mestruale per le italiane: come funziona e chi ne potrà ...