La confessione di Morgan: “Partecipo ad Amici per pagare i debiti”

Morgan, coach di Amici 16, si confessa, svelando di aver deciso di partecipare al talent per pagare i debiti con il fisco

Morgan si confessa in una nuova intervista e svela di aver accettato di partecipare ad Amici 16 solo per poter pagare i debiti contratti in questi anni. Il coach, scelto da Maria De Filippi per guidare gli allievi della squadra Bianca è tornato a parlare del suo lavoro, di musica e televisione. “Il video mi toglie l’anima e fa uscire il peggio di me – ha spiegato il cantante parlando della televisione -. Perché sono ad Amici? Parla di musica, altrimenti mi romperei e poi perché ho bisogno di denaro per estinguere i debiti accumulati a causa dei miei commercialisti che per quindici anni non hanno pagato le tasse”.

Diretto, senza peli sulla lingua e sincero. Il direttore artistico della squadra bianca ha parlato a ruota libera della sua esperienza ad Amici 16. “Amici è uno dei pochi programmi intelligenti della televisione – ha spiegato – è una specie di talk show con Maria De Filippi che ne è la regina. Maria è una specie di psicologa che cerca di risolvere i problemi delle persone attraverso la parola”.

All’interno del programma Morgan è stato al centro di numerose polemiche, prima di tutto quella con il cantante Mike Bird. Il coach dei Bianchi ha litigato anche con Shady e ovviamente con il pubblico in studio, che non sempre apprezza i suoi interventi. “Mi danno fastidio quei ragazzi urlanti intorno, mi sembra di essere al Colosseo – ha detto -. La musica non si può fare dove c’è rumore. Il pubblico lo rispetto, è grazie al pubblico che i musicisti scrivono musica, ma chiedo di concentrarsi un pochino. Se tutti fanno cagnara si perde quello che succede. Non possono non farmi parlare: che cosa sono qui a fare?”.

Riguardo ai cantanti della sua squadra invece Morgan non ha dubbi: “Mike Bird lo sto sballottando qua e là per capire fino a che punto può arrivare – ha svelato -. Credo sia adatto per seguire un percorso da cantautorato pop. Thomas ha lo shining negli occhi, la luccicanza. Si vede già star, però il suo atteggiamento non è arrogante o da megalomane. Shady è il buio, come Tenco e De Andrè, e quel buio te lo fa vedere”. Infine un commento sulla sua “avversaria” Elisa, che guida la squadra Blu e l’ha definito “uno stratega”: “La gara non è con la vita! – ha concluso l’ex leader dei Bluvertigo -. Non sono uno stratega, mi piace essere estemporaneo: la strategia è calcolo e io non ho la facoltà del calcolo”.

La confessione di Morgan: “Partecipo ad Amici per pagare i debiti”
La confessione di Morgan: “Partecipo ad Amici per pagare i debi...