Anna Marchesini: la figlia denuncia Barbara D’Urso e il padre

Virginia, la figlia di Anna Marchesini, ha deciso di denunciare Barbara D'Urso e suo padre Paki Valente

Virginia, la figlia di Anna Marchesini, ha deciso di denunciare Barbara D’Urso e suo padre Pasquale, detto Paki, Valente. Nelle ultime puntate di Domenica Live, l’ex marito della grande attrice e comica è intervenuto in studio da Barbara D’Urso per chiedere di vedere sua figlia e parlare con lei, dopo che per anni sono stati lontani.

La “spettacolarizzazione” delle sue vicende private non è però piaciuta alla figlia di Anna Marchesini, che ha deciso di denunciare il fatto in Procura e al Garante della Privacy. Virginia ha voluto dire la sua in una nota diffusa attraverso il suo legale Pietro Nicotera. “Con riferimento alle puntate del 18 settembre 2016 e del 26 febbraio 2017 del programma ‘Domenica live’ di Canale 5 condotto da Barbara D’Urso e alle dichiarazioni rilasciate dal mio padre biologico Pasquale Valente – si legge – lo diffido dall’occuparsi a qualsiasi titolo di me con dichiarazioni e prese di posizione, lo diffido inoltre dall’occuparsi della mia vita, dal momento che lui non solo non ne ha mai fatto parte ma ha cercato in tutti i modi di danneggiarla”.

Virginia Marchesini ha sottolineato di non avere alcuna intenzione di vedere suo padre, nonostante gli appelli di Paki Valente da Barbara D’Urso e ha affermato che “vive benissimo: sono pienamente padrona delle mie decisioni, scelgo io le persone da frequentare e coltivo con amore uno splendido ricordo della figura e degli insegnamenti di mia madre, l’unica, e sottolineo l’unica, che mi abbia cresciuta ed educata permettendomi di laurearmi con pieni voti e di continuare a studiare per il master che mi consentirà, spero, di realizzare la mia passione, quella della scrittura. Ribadisco  – conclude Virginia Marchesini – che il signor Valente è stato da me già denunciato per questi stessi motivi. Rappresento che non è mia intenzione rilasciare ulteriori dichiarazioni in merito a questa vicenda oltre questa che sono stata costretta a fare per ristabilire la verità”.

Dopo la morte di Anna Marchesini nel 2016, Paki Valente ha tentato di riavvicinarsi alla figlia, ma con scarsi risultati. L’uomo ha risposta al comunicato della figlia con una lunga lettera in cui spiega: “Io ti ho sempre voluto bene ma a questo punto ci siamo arrivati per il comportamento privo di saggezza messo in atto da tua mamma. Per questo motivo – conclude – venne condannata dal Tribunale penale di Roma in primo e secondo grado”.

Anna Marchesini: la figlia denuncia Barbara D’Urso e il padre
Anna Marchesini: la figlia denuncia Barbara D’Urso e il pad...