Addio Anas: morto il clown di Aleppo, che portava il sorriso ai bambini

Anas al-Basha, 24 anni, il clown che combatteva la guerra con il sorriso, è rimasto ucciso sotto le bombe di un raid aereo

Si chiamava Anas al-Basha, aveva solo 24 anni, e ogni mattina si travestiva da clown per cercare di portare un sorriso ai bambini della guerra in quel “cimitero a cielo aperto” che è Aleppo.

Martedì mattina Anas è morto, ucciso dalle bombe dell’ennesimo raid aereo in Siria. Come ha scritto la Associated Press, Anas è morto martedì in un raid, molto probabilmente dei governativi, mentre si trovava nel quartiere di Mashhad, nella parte orientale della città, dove le truppe di Assad hanno intensificato lo sforzo bellico per strappare la zona ai ribelli.

Anas era un membro di “Space for Hope” (“Spazio per la speranza”), che lavora ad Aleppo promuovendo iniziative, collaborando con 12 scuole nella città e fornendo supporto psicologico per oltre 300 bambini che hanno perso un genitore o entrambi.

Ha scritto suo fratello Mahmoud su Facebook:

Anas viveva per portare risate e felicità ai bambini nel posto più buio e pericoloso del mondo. Aveva rifiutato di lasciare Aleppo e aveva deciso di continuare a vivere lì per lavorare come volontario, per aiutare i civili e dare regali ai bambini nelle strade, portando loro un po’ di speranza.

Su Facebook hanno scritto, la sera in cui è stato ucciso:

Questa sera ci si sente come se non ci fosse più posto per la speranza in Siria più. Questa sera siamo tutti colpevoli. Questa sera siamo tutti vigliacchi. Che tu ci possa perdonare, Anas, Grazie per quello che sei stato

Addio Anas: morto il clown di Aleppo, che portava il sorriso ai bambini
Addio Anas: morto il clown di Aleppo, che portava il sorriso ai b...