Addio a Maryam Mirzakhani, primo premio Nobel donne per la matematica

È morta Maryam Mirzakhani, la prima donna ad aver ricevuto il premio Nobel per la matematica

È morta Maryam Mirzakhani, la prima donna in assoluto a essere insignita della celebre medaglia Fields, un riconoscimento che viene dato ogni quattro anni agli studiosi di matematica più brillanti che non abbiano ancora compiuto quarant’anni. Maryan è stata non solo il primo soggetto di sesso femminile a ottenere il premio, ma anche la prima cittadina iraniana a ricevere quello che è considerato il Premio Nobel per la matematica.

Maryam Mirzakhani insegnava all’università di Stanford da sette anni, e prima ancora aveva lavorato nel prestigioso istituto di Princeton: laureatasi a Teheran, con un dottorato ad Harvard, Maryam ha vinto per ben due volte le Olimpiadi della Matematica, di cui la prima a soli 17 anni. La medaglia Fields le è stata consegnata nel 2014, quando aveva 37 anni, ed è stata fonte di ispirazione per tante giovani ragazze che volevano farsi largo nel mondo delle materie scientifiche, spesso considerato – decisamente a torto – di prerogativa esclusivamente maschile.

Se Maryam Mirzakhani ha vinto la sua battaglia nel mondo dello studio e della ricerca, ha però purtroppo perso quella terribile della malattia: alla donna era stato infatti diagnosticato un cancro al seno, che si è poi diffuso anche alle ossa, andando in metastasi e non lasciandole scampo. A ispirarla, nel corso della sua vita, è stato il matematico Carl Friedrich Gauss: è stato ascoltando la sua storia per bocca del fratello che ha iniziato ad appassionarsi a quel mondo fatto di numeri ed equazioni, di genio e raziocinio. E pensare che, fino all’ultimo anno delle superiori, Maryam Mirzakhani era decisa a fare la scrittrice. La sua fortuna? Amare le sfide e avere una preside scolastica decisa e determinata, che voleva che le donne avessero le stesse opportunità degli uomini: grazie a questo e alla sua mente brillante, è riuscita a costruire la sua strada e a dare origine a un mito.

Maryam Mirzakhani non era però solo una professoressa di matematica, ma anche una moglie e una madre amorevole: la donna, infatti, aveva avuto una figlia con il compagno Jan Vondrák – scienziato anche lui – nel 2011. La bambina, che si chiama Anahita, pensava fosse una pittrice: era abitudine di Maryam, infatti, disegnare spesso la stessa figura su un foglio mentre era catturata dai suoi pensieri.

Addio a Maryam Mirzakhani

Fonte: Facebook

Addio a Maryam Mirzakhani, primo premio Nobel donne per la matematica
Addio a Maryam Mirzakhani, primo premio Nobel donne per la matema...