Toxoplasmosi in gravidanza: sintomi, cura e rischi

La toxoplasmosi è una patologia che può colpire le donne in gravidanza: scopriamone qualcosa di più

La Toxoplasmosi è una patologia che preoccupa molto le donne in gravidanza. Si tratta di un protozoo denominato appunto Toxoplasma gondii che può infettare tutti i mammiferi.

Le fonti di contagio della toxoplasmosi sono:

  • Carne cruda di agnello e di maiale, insaccati
  • Contatto con gatti infetti in particolare con i loro escrementi oppure oggetti inquinati
  • Verdura o frutta contaminata da escrementi di gatto

Sintomo della toxoplasmosi in gravidanza

La toxoplasmosi è una malattia asintomatica che non viene segnalata con dei particolari disturbi. Solitamente dunque fa il suo decorso senza che la persona si accorga di essere malata. Le donne in gravidanza ovviamente devono prestare maggiore attenzione perché se la toxoplasmosi viene contratta durante i nove mesi potrebbe trasmettersi al feto. Queste indicazioni valgono per le future mamme che non hanno mai contratto la patologia e che non hanno per questo mai sviluppato gli anticorpi in grado di difendere l’organismo. La situazione è resa ancora più delicata dal fatto che non esiste un vaccino in grado di poter prevenire l’infezione.

Come si cura la toxoplasmosi in gravidanza

Dopo aver scoperto di soffrire di toxoplasmosi, la donna incinta dovrà sottoporsi ad una serie di esami per capire se è protetta dagli anticorpi. Gli esami dovranno essere ripetuti con frequenza mensile durante tutta la gravidanza in modo da intervenire nel caso la malattia rischi di contagiare il feto. Se non si è mai contratta la toxoplasmosi comunque è preferibile non mangiare mai carne cruda, nè insaccati artigianali. Da evitare anche tutta la verdura cruda e la frutta che non sia stata lavata bene.

Le donne incinta che hanno dei gatti dovrebbero non pulire da sole la lettiera, evitando che i mici circolino dove viene preparato il cibo. Quando ci si reca a casa di persone che hanno dei gatti inoltre sarebbe meglio mangiare solo cibo appena cotto o tirato fuori da buste preconfezionate.

Toxoplasmosi in gravidanza: sintomi, cura e rischi