I sintomi più comuni della gravidanza

I sintomi della gravidanza possono variare da donna a donna: c'è chi avverte i cambiamenti e chi no. Scopriamo quali sono i più comuni

I sintomi della gravidanza si manifestano nella maggior parte dei casi già nelle prime settimane di gestazione. Tuttavia, anche i più comuni possono variare da donna a donna (e spesso da gravidanza a gravidanza nella stessa persona): c’è chi, infatti, nota dei cambiamenti nel proprio corpo già nei primi giorni dopo il concepimento e chi invece non avverte alcun sintomo.

I sintomi più comuni in gravidanza

Il primo e più evidente è senza dubbio l’amenorrea, ossia l’assenza di mestruazioni. Tuttavia, nelle prime settimane dopo il concepimento può capitare di avere delle piccole perdite di sangue, un fenomeno noto come “perdite da impianto”, causato per l’appunto dall’impianto dell’embrione nell’utero. Quando si verificano, può accadere che si confondano con una mestruazione anomala, per cui spesso non ci rende conto di essere incinta fino al mese successivo.
Uno dei disturbi più comuni della gravidanza è, nel 90% dei casi, la nausea, provocata principalmente dall’aumento dei livelli della gonadotropina corionica umana (Beta-hCG) – un ormone prodotto già pochi giorni dopo il concepimento – che si verifica nel sangue materno fino al terzo mese di gravidanza. Inoltre, già dalle prime settimane, l’aumento dei livelli di progesterone può influire sul tratto gastrointestinale, per cui si può soffrire di acidità di stomaco, stipsi, gonfiore e dolore addominale. La nausea si può associare anche al vomito e ad una salivazione eccessiva, che si presenta fin dalle prime settimane di gravidanza per poi scomparire, generalmente, intorno al terzo mese. Già dalle prime settimane dopo il concepimento, alcune donne presentano anche un’avversione nei confronti di certi odori o sapori prima graditi, come il caffè.
L’aumento di estrogeni e progesterone comporta cambiamenti anche al seno della futura mamma, che si prepara all’allattamento diventando più voluminoso e turgido, mentre le areole dei capezzoli tendono a scurirsi.
Anche la sensazione di stanchezza, debolezza e affaticamento sono sintomi comuni della gestazione e possono manifestarsi sin dalle prime settimane dopo il concepimento. Il cambiamento ormonale provoca un aumento della sonnolenza, ci si sentirà spossate e capiterà di addormentarsi ovunque o di avere voglia di andare a dormire molto presto. Un altro fenomeno che si verifica all’inizio della gravidanza è l’aumento dello stimolo ad urinare, dovuto, nelle prime settimane, all’alta concentrazione di progesterone e relaxina, che provoca un rilassamento della muscolatura della vescica e dell’uretra.

I sintomi più comuni della gravidanza
I sintomi più comuni della gravidanza