Raffreddore in gravidanza: cause, rischi e cura

Sempre più donne soffrono di raffreddore in gravidanza. I sintomi non sono da sottovalutare, ma una cura efficace esiste

Durante la gravidanza può accadere di ammalarsi, soprattutto se si trascorre parte dei nove mesi d’inverno. Una delle malattie più comuni è il raffreddore, che può essere accompagnato anche da febbre e tosse. Il sistema immunitario delle donne incinta infatti è molto più debole di quello delle altre persone, per questo si rischia di prendere un bel raffreddore e di stare male.

Il raffreddore in gravidanza

Il raffreddore è un’infezione virale che si può diffondere per contatto diretto con la persona malata oppure inalando l’aria infettata con goccioline cariche di virus immesse nell’atmosfera starnutendo oppure tossendo. Anche se è particolarmente fastidioso, soprattutto in gravidanza, il raffreddore non comporta particolari rischi per la futura mamma, nè per il bambino. La situazione però può cambiare rapidamente nel caso in cui la temperatura salga oltre i 38,5°C oppure se i sintomi si fanno più forti, facendo presagire l’inizio di un’infezione grave.

Come curare il raffreddore in gravidanza

Come tutte le donne incinta sanno, durante la gravidanza sarebbe meglio evitare l’uso di farmaci, soprattutto nelle prime settimane di gestazione. Cosa fare allora? Un aiuto può arrivare dai rimedi naturali. Scopriamo dunque quali sono le tecniche naturali per poter curare il raffreddore durante la gravidanza:

  1. Tanto riposo – Poiché il corpo è già indebolito dalla gravidanza, è importante riposare molto. In questo modo l’organismo riuscirà a combattere meglio l’infezione in atto perché avrà più energie sia per sè che per il bambino
  2. La dieta giusta – Come sempre l’alimentazione gioca un ruolo importante in gravidanza. Per questo è fondamentale consumare i cibi giusti, soprattutto se si ha il raffreddore. Largo spazio quindi a frutta e verdura ricca di sali minerali e vitamine in grado di aumentare le difese immunitarie e arginare le infezioni
  3. Tenersi idratate – L’idratazione è fondamentale in gravidanza, soprattutto se non ci si sente in forma. In questo caso sarebbe bene bere almeno otto bicchieri di acqua al giorno, alternandola a succhi di frutta senza zucchero, tisane e tè.
  4. Sì a miele e limone – Per calmare l’irritazione alla gola e il naso che cola l’ideale è consumare miele e limone. Il primo è lenitivo, il secondo consente di disinfettare e aumentare le difese immunitarie.
Raffreddore in gravidanza: cause, rischi e cura