Il primo smartphone a un figlio: 5 cose da sapere

Vostro figlio sta per avere il suo primo smartphone e siete assalite da mille dubbi? Ecco 5 cose da sapere per proteggerlo dai pericoli del web

Ci siamo: è arrivata l’età in cui i vostri figli iniziano a chiedere insistentemente il primo smartphone. Vi rincorrono di stanza in stanza per ripetervi che i loro amichetti ne hanno già uno, finché non cedete e decidete di regalarglielo, a patto che la pagella sia esemplare. Tuttavia, non si tratta di una scelta da prendere alla leggera. Il web nasconde, infatti, tante insidie ed è importante proteggere bambini e adolescenti da contenuti inadatti alla loro età.

Ecco 5 cose da sapere sul primo smartphone a un figlio

  1. Parental control

    Il parental control o filtro famiglia permette di evitare l’esposizione dei bambini a contenuti considerati pericolosi e violenti. Questo software non lascia passare nulla che non sia in un elenco di siti approvati dal genitore. Inoltre, per proteggere i più piccoli dalla visione di immagini violente o da materiale pornografico, si possono installare degli appositi browser per bambini, che si basano sulle cosiddette “white list”, ossia liste di siti visitabili.

  2. Cronologia

    Uno dei modi più efficaci per monitorare le attività dei vostri figli sul loro smartphone è quello di andare dritti alla cronologia del browser. Tuttavia, il bambino o l’adolescente può batterci in astuzia e scoprire presto che basta cliccare su “cancella cronologia” per far sì che gli adulti non possano scoprire su quali siti abbiano navigato. In questo caso, si può ricorrere al sistema di reportistica Yu Control, che vi consentirà di essere informati in tempo reale o periodicamente sui contenuti visionati dai vostri figli.

  3. Social Network

    Anche i social network possono nascondere molte insidie. Stando alle regole di Facebook, l’età minima per l’iscrizione è di 13 anni, eppure eludere il controllo di sicurezza è un gioco da ragazzi. A destare preoccupazione sono soprattutto le chat. In questo caso, la soluzione sarebbe quella di impedire al dispositivo di accedere a determinati siti, con l’aiuto di programmi specifici. Configurate il profilo social di vostro figlio insieme a lui: in questo modo, potrete mostrargli le funzioni utili delle impostazioni, come la gestione dei blocchi, per bannare persone indesiderate o bloccare app e giochi inappropriati.

  4. Youtube

    Se guardare video è il passatempo preferito dei vostri ragazzi, è bene attivare la modalità di protezione del sito, attraverso il link che si trova in fondo all’home page. In questo modo, si eviterà che il bambino acceda a contenuti violenti o erotici, che includano determinate parole chiave.

  5. Codici di accesso

    Fate in modo che i vostri figli condividano con voi PIN e PUK del loro smartphone e i codici d’accesso ai profili social. Spiegate loro che la condivisione in famiglia è importante, educandoli ad una navigazione sicura.

Il primo smartphone a un figlio: 5 cose da sapere