Perché i primi mille giorni sono i più importanti della vita

I primi mille giorni di vita sono importanti: secondo la scienza è un momento in cui si deciderà tutta l'esistenza futura del bambino

Dal concepimento sino ai due anni di vita: i primi mille giorni sono fondamentali per ogni bambino. Il motivo? Possono influenzare il suo futuro e stabilire come sarà, da qual momento in poi, la sua esistenza, anche da adulto. A confermarlo il documento di consenso HELP (Human Early Life Prevention) della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (Sipps), secondo cui i mille giorni sarebbero fondamentali per prevenire malattie cardiovascolari e respiratorie, tumori, obesità, diabete e patologie neurodegenerative.

“Le malattie su cui i primi mille giorni hanno effetto rendono conto del 70 per cento della mortalità nel mondo e del 90 per cento di quella nell’Unione Europea – ha spiegato Giuseppe Di Mauro, presidente Sipps -. Se riuscissimo a prevenirle educando le future mamme potremmo cambiare le sorti della maggioranza della popolazione”.

Sino a qualche tempo fa gli studiosi erano convinti che tutto dipendesse dall’avere dei buoni cromosomi, oggi invece la questione sembra essere un’altra e le nuove scoperte svelano come molto sia legato all’ambiente in cui si vive e ad alcune abitudini che possono fare si che un gene si esprima oppure no. La finestra temporale in cui agire per assicurare un futuro in salute ai figli sono proprio quei delicatissimi mille giorni. Un esempio? Se un bambino ha un gene che predispone all’obesità, questa condizione si potrà evitare se, fino a due anni, verrà messo in atto un atteggiamento virtuoso.

Cosa fare dunque in questo importante periodo? Per prima cosa è necessario usare il buon senso, sin dal momento del concepimento, seguendo le indicazioni dei medici. Le donne in gravidanza dovrebbero assumere la giusta quantità di acido folico e, sia durante la gestazione che l’allattamento, abolire alcol e fumo. Anche il cibo che diamo ai nostri figli è fondamentale per stabilire come saranno da adulti. Perciò meglio evitare l’ipernutrizione, ma preferire un regime alimentare equilibrato.

Perché i primi mille giorni sono i più importanti della vita