Mamme, ecco come affrontare la prima febbre della stagione dei vostri bimbi

La febbre dei bambini è un classico in questo periodo, ecco come affrontarla e curarla nel modo giusto

E’ facile da prevedere e nessun rito scaramantico vi aiuterà: inizia la scuola, i bimbi si ammalano. La prima febbre della stagione, data dai primi freddi, da un’estate movimentata e dal contagio facile perché per ore a contatto con altri bambini è normale e non dobbiamo preoccuparcene. E’ facile superare il problema con alcuni piccoli trucchi per evitare di diventare, ancora di più, mamme multitasking alla ricerca di una babysitter, un medico e una farmacia aperta H24.
La febbre diventa un peso, per voi che avete bisogno di riorganizzare il lavoro e per i vostri piccoli che, ahimè, sono costretti a letto. L’importante è diventare maestre dell’arte zen e cercare di arrivare indenni alla fine della malattia: rimandate il rimandabile e cercate di mettere al primo posto il benessere del vostro cucciolo senza farvi prendere dal panico.

La comparsa della febbre nel bambino è infatti uno dei sintomi più comuni, è una condizione determinata dall’aumento della temperatura centrale che generalmente è causa di una risposta difensiva contro patogeni o sostanze estranee. E’ bene sapere quindi che la febbre non è una malattia ma un sintomo, il bambino con la febbre appare solitamente in uno stato di malessere generalizzato, è abbattuto ed ha scarso appetito.

Far calmare e rilassare il bambino è il primo passo verso la guarigione: lasciarlo tranquillo a letto con la televisione accesa (sui cartoni animati, mi sembra il minimo!) è un ottimo escamotage per liberargli la testa per un po’ dai pensieri negativi. A letto, poi, si possono organizzare anche altri giochi: basta una scatola di colori e dei fogli bianchi e anche la creatività diventerà un ottimo “anestetizzante” per la febbre e i dolori. Per quanto riguarda l’alimentazione il bambino sarà, come detto precedentemente, poco affamato ma se rifiuta il pranzo per poi chiedere una merendina al cioccolato, chiudete un occhio: può essere il primo sintomo di miglioramento.

La parte più difficile è tenerlo calmo quando si parla di termometri e medicine, cercate di trovare una trattativa per rendere anche questo momento antipatico divertente. “Se prendi la medicina senza capricci potrai guardare il cartone animato che ti piace tanto” è solo uno dei trucchi più utilizzati. La tecnologia ci dà una mano anche in questo caso con prodotti sempre più tecnologici e innovativi, uno su tutti, Oblumi Tapp, un dispositivo connettibile allo smartphone che in pochi secondi misura la febbre del vostro bambino ma anche la temperatura dell’acqua del biberon o del bagnetto: un piccolo gioiello dal design moderno alleato di noi mamme multitasking.

Mamme, ecco come affrontare la prima febbre della stagione dei vostri&...