Malattie infettive in gravidanza: cause, sintomi e rimedi

In gravidanza si possono contrarre varie malattie infettive: scopriamone sintomi, cause e rimedi

Durante la gravidanza si possono contrarre alcune malattie infettive che possono essere molto pericolose per la salute della mamma e del bambino. I rischi maggiori legati a queste malattie sono malformazioni fetali e aborto. Non sempre una malattia infettiva provoca per forza danni alla donna e al piccolo, solo in pochissimi casi infatti le infezioni riescono a superare la placenta, che costituisce una barriera, e a raggiungere il feto. Le conseguenze delle malattie poi dipendono da caso a caso e sono anche legate al periodo della gravidanza. A comportare più rischi sono quelle che si contraggono nelle prime settimane, in questo periodo infatti si verifica l’embriogenesi, ovvero lo sviluppo degli organi del  feto.

Le principali malattie infettive in gravidanza

  • Toxoplasmosi in gravidanza – La toxoplasmosi è provocata da un protozoo denominato Toxoplasma Gondii. Questo microrganismo vive nel gatto e viene eliminato tramite le feci, attraverso le quali può contaminare l’ambiente. Questa malattia è asintomatica e, se viene contratta in gravidanza, può provocare conseguenze gravi al feto. Viene diagnosticata tramite gli esami di laboratorio fatti all’inizio della gestazione. Per prevenirla è bene evitare le carni crude o poco cotte, lavare bene le verdure e lavarsi bene le mani dopo aver avuto contatti con gatti.
  • Varicella in gravidanza – La varicella è una patologia dell’infanzia, che raramente si verifica in gravidanza. Se viene contratta nel primo trimestre, comporta rischio di malformazioni fetali e aborto. Quando la mamma viene contagiata potrà sottoporsi ad una cura a base di immunoglobuline (anticorpi) utili contro il virus.
  • Morbillo in gravidanza – Il morbillo è una malattia virale che raramente si presenta nelle persone adulte. Quando una donna incinta si ammala durante i primi mesi di gravidanza, rischia un aborto, ma il virus non raggiunge quasi mai il feto. Il morbillo diventa più pericoloso quando la mamma lo contrae prima del parto, questo perché il bambino nascendo potrebbe contrarlo.
  • Parotite in gravidanza – La parotite è causata da un virus molto raro in età adulta. Contratta nel primo trimestre questa patologia può portare all’aborto.
  • Rosolia in gravidanza – La rosolia è una malattia virale che non comporta particolari danni, ma, se contratta  durante il primo trimestre di gravidanza può provocare malformazioni fetali. La probabilità di problemi al bambino diminuisce dopo la diciassettesima settimana. In assenza di immunità comunque è sempre opportuno eseguire una vaccinazione almeno 3 mesi prima di rimanere incinta.
Malattie infettive in gravidanza: cause, sintomi e rimedi