Inserimento del bimbo all’asilo: otto regole da seguire

L’inserimento del bimbo all’asilo, nido o materna che sia, è un problema fondamentale e primario per qualunque genitore. Ancora più difficile del primo giorno di scuola (Ritorno a scuola, consigli per mamma e papà). Alzi la mano quella mamma che non vive, o ha vissuto, questo delicato momento con ansia  e preoccupazione. "E se non gli piacesse?", "Se dovesse piangere disperato perché non vuole andare?" "E se mi mancasse troppo?" "Come mi devo comportare?"

D’altronde, si sa, il primo vero distacco dalla mamma è sempre traumatico, da entrambe le parti. Tuo figlio deve imparare a stare "nel mondo", a relazionarsi con più persone che non fanno parte del suo nucleo famigliare e che quindi non lo pongono al centro dell’attenzione. E tu, mamma, devi imparare a riappropriarti del tuo tempo e della tua vita, almeno per buona parte della giornata. E non è escluso che questa fase comporti alcuni segnali di malessere psichico

Ma è proprio questo l’importante, e la cosa bella, della scuola d’infanzia: insegnare al bimbo a vivere nel sociale. E qualunque mamma dovrebbe fare in modo di agevolare e invogliare questo inserimento. Che dura, di media, dalle due alle tre settimane, a seconda della scuola e delle reazioni soggettive di ogni bambino.

Ecco 8 regole da seguire per rendere questo passaggio meno traumatico:

  1. Mostratevi  bendisposte verso l’asilo. Parlate sempre in termini positivi ed entusiasti sia della struttura che delle maestre . "Che bello, vai all’asilo, chissà quante cose belle ti faranno fare"…piuttosto che "Se non fai il bravo domani ti porto all’asilo".
  2. Fidatevi delle educatrici. I bimbi sono delle spugne, capiscono al volo se  il vostro stato d’animo sfavorevole.
  3. Scambiate informazioni con le maestre. Sulle abitudini del bimbo, i suoi orari, quello che gli piace o detesta, ciò che mangia e rifiuta. Parola d’ordine: collaborazione.
  4. Non allontanatevi mai dal bambino di nascosto, potrebbe interpretarlo come un abbandono. Salutatelo, spiegategli che state andando al lavoro, ma che tornerete a prenderlo presto. 
  5. Cercate di interpretare e capire le ragioni di eventuali capricci senza mai considerarli superficialmente ma senza nemmeno  ingigantire la cosa. Spesso il bambino capisce al volo su cosa può far leva e se ne approfitta.
  6. Impostate degli orari regolari per la cena e la nanna della sera prima. Regolarità e consuetudine sono importanti per il bambino
  7. Svegliatelo con dolcezza, fategli fare una buona colazione tranquilla insieme e a voi e non abbiate fretta di lasciarlo all’asilo.
  8. Fate in modo che l’inserimento sia graduale, accordando il tempo giornaliero di permanenza con le educatrici in base alle necessità e risposta del bimbo. Non dovrebbe essere lui ad adattarsi agli orari che sono comodi ai genitori bensì dovrebbero essere i genitori ad adattarsi a lui…

Inserimento del bimbo all’asilo: otto regole da seguire