La gravidanza: terzo mese

Nel terzo mese di gravidanza la pancia inizia a crescere e continuano a persistere i sintomi più fastidiosi, come nausea, vomito e spossatezza

Nel terzo mese iniziano a scomparire i sintomi della gravidanza. Il corpo cambia molto velocemente e la futura mamma comincia a prendere chili soprattutto nella zona di pancia e seno. Nella nona e decima settimana, la donna sente che il suo corpo sta iniziando a cambiare profondamente. Continuano a persistere i sintomi della gravidanza, in particolare la sensibilità al seno, la nausea, la stanchezza e il desiderio di urinare spesso. La vita nel frattempo si allarga, il seno si gonfia e compare il primo segno di pancia.

I sintomi del terzo mese di gravidanza

Nel terzo mese di gravidanza i sintomi si fanno più evidenti. Spesso le future mamme affermano di avvertire dei movimenti nella pancia, in realtà però non si tratta del bambino, ma più semplicemente di gas nell’intestino, prodotto dal progesterone, un ormone che rilassa tutta la muscolatura della donna incinta. Non a caso in questo periodo si soffre spesso di flatulenza e gonfiore addominale. Il progesterone provoca anche la  dilatazione dei capillari, provocando gengive gonfie e doloranti. Nel frattempo la pancia inizia ad intravedersi. Il girovita e il seno aumentano, mentre la mamma prende 1 o 2  kg.

Cosa fare nel terzo mese di gravidanza

Gravidanza terzo meseEntro la dodicesima settimana la mamma dovrebbe eseguire la prima ecografia che ha come scopo quello di indicare il numero di embrioni presenti, indicare l’inizio della gravidanza e valutarne vitalità e sviluppo del piccolo. Intorno alla decima e dodicesima settimana i può eseguire la villocentesi, mentre per quanto riguarda l’amniocentesi si potrà fare solo a partire dalla quindicesima e diciottesima settimana. Fra la nona e la quattordicesima settimana di gravidanza un prelievo di sangue e un’ecografia potranno aiutare a stabilire se il feto presenta delle anomalie cromosomiche. Fra gli esami più importanti da effettuare c’è l’ultrascreen, che comprende il bi-test e la traslucenza nucale fetale. Nel terzo mese di gravidanza la mamma dovrebbe continuare a tenere sotto controllo la propria dieta, sottoponendosi anche ad una leggera attività fisica, camminando ogni giorno una mezz’ora.

Per saperne di più leggi anche:
La gravidanza: nona settimana
La gravidanza: decima settimana
La gravidanza: undicesima settimana
La gravidanza: dodicesima settimana

La gravidanza: terzo mese