La gravidanza: seconda settimana

Nella seconda settimana di gravidanza si presentano i primi sintomi della gestazione e l’embrione inizia a crescere

Nella seconda settimana di gravidanza nel corpo della donna inizia a verificarsi una piccola rivoluzione. I cambiamenti avvertiti dalla futura mamma sono ancora pochi e soprattutto soggettivi. Mentre alcune donne avvertono alcuni sintomi, altre sembrano invece non sentire nulla, altre ancora dichiarano di sentirsi “strane”. In realtà in ogni caso il miracolo della vita è già iniziato da qualche tempo. Il piccolo si è infatti già impiantato nell’utero e la gravidanza è ufficialmente iniziata.

I sintomi della seconda settimana di gravidanza

Solitamente nella seconda settimana di gravidanza le mestruazioni possono essere ancora presenti,  ciò significa che i sintomi sono molto leggeri, ma soprattutto poco chiari e spesso possono essere confusi con quelli che si verificano nel periodo premestruale. A volte in questo periodo si riscontra un leggero sanguinamento, che può essere scambiato per il ciclo. In realtà si tratta di perdite da impianto, provocate dallo spostamento dell’ovulo fecondato nell’utero. Molte donne avvertono anche una leggera nausea, in particolare la mattina e in presenza di odori forti. In questo periodo il corpo della gestante inizia a subire l’effetto del progesterone: l’organismo rallenta i suoi ritmi e le mamme si sentono spesso più stanche e assonnate.

Com’è il bambino nella seconda settimana di gravidanza

Gravidanza seconda settimanaNella seconda settimana di gravidanza il bambino è ormai impiantato saldamente nell’utero ed ha tra i 7 e i 14 giorni. L’embrione in questa fase è formato da 150 cellule ed è diviso in tre strati denominati foglietti embrionali. La parte esterna, detta endoderma, si trasformerà nel sistema respiratorio e digerente, quella intermedia, denominata mesoderma,costituirà gli organi genitali, i muscoli, le ossa, i reni e i vasi sanguigni. Infine lo strato esterno, chiamato ectoderma, porterà alla formazione del cervello, dei nervi, della pelle e dei capelli.Inizia ad essere prodotto anche l’ormone Beta Hcg, che si trasformerà in seguito nella placenta, ed indica di fatto che è in atto una gravidanza. Non a caso è proprio la seconda settimana di gravidanza il periodo giusto per effettuare un test.  In tale fase l’ormone Beta Hcg è presente sia nelle urine che nel sangue e, entrando a contatto con il test, stabilisce l’inizio di una gravidanza. Sul sangue il test delle beta hcg può risultare positivo ancora prima della mancanza del ciclo, in particolare tra il 25° e il 28° giorno.

Per altre informazioni sulla gravidanza leggi anche:
La gravidanza: terza settimana
La gravidanza: quarta settimana
La gravidanza: quinta settimana
La gravidanza: sesta settimana
La gravidanza: settima settimana

La gravidanza: seconda settimana