La gravidanza: quindicesima settimana

La quindicesima settimana inaugura uno dei periodi più belli della gravidanza. Il bambino inizia a sentire i suoni esterni e la mamma è più in forma che mai

Nella quindicesima settimana di gravidanza il legame fra il bambino e la mamma si fa sempre più forte e il piccolo inizia a muoversi e a sentire i primi suoni attraverso la pancia. Questa è la fase di maggiore benessere delle gravidanza in cui i sintomi più spiacevoli sono scomparsi e la futura mamma può godersi il rapporto con il suo bambino, coccolando il pancione che cresce ogni giorno di più. Le donne che hanno più di 35 anni possono effettuare anche l’amniocentesi. Se si vuole fare il test prima di questo periodo si può ricorrere all’ultrascreen, un metodo non invasivo di screening. utile per indicare la percentuale di rischio che siano presenti nel feto dei difetti del corredo cromosomico.

I sintomi della quindicesima settimana di gravidanza

I sintomi del primo trimestre, come la sonnolenza, gli sbalzi d’umore e la nausea, sono ormai qualcosa che appartiene al passato, anche se a volte nella quindicesima settimana di gravidanza le donne incinta possono avvertire mal di stomaco e stanchezza. La pancia nel contempo cresce a dismisura e gli ormoni fanno il loro lavoro, rendendo la futura mamma più bella che mai. Le unghie e la pelle diventano splendenti, grazie alla maggiore irrorazione dei tessuti, la caduta dei capelli si frena e la chioma appare più bella, folta e luminosa. Questo è il momento di curare al meglio il corpo, utilizzando una crema antismagliature la mattina e la sera sul seno, i fianchi e la pancia.

Com’è il bambino nella quindicesima settimana di gravidanza

Gravidanza quindicesima settimanaNella quindicesima settimana di gravidanza il bambino misura ormai dagli 8 ai 9 cm e riceve tutto il suo nutrimento dalla placenta. Beve il liquido amniotico ed espelle l’urina, ha le sopracciglia ed è coperto dal lanugo, una peluria che ha lo scopo di proteggerlo. In questa settimana il piccolo inizia a percepire i suoni che arrivano dall’esterno, non solo quelli prodotti dalla mamma, ma anche dal papà, che già da ora può iniziare a stabilire un contatto con il piccolo.

Si avvicina il momento di fare la seconda visita prenatale, ma anche di effettuare altri test come il controllo del peso, l’esame del sangue e quello delle urine per monitorare la presenza degli zuccheri e dell’albumina.

Per altre informazioni sulla gravidanza leggi anche:
La gravidanza: sedicesima settimana
La gravidanza: diciassettesima settimana
La gravidanza: diciottesima settimana
La gravidanza: diciannovesima settimana
La gravidanza: ventesima settimana

La gravidanza: quindicesima settimana