Esame delle urine in gravidanza

L'esame delle urine in gravidanza è il test che viene eseguito più spesso e presenta alcuni indicatori importanti sulla salute di mamma e bambino

L’esame delle urine è uno dei controlli che vengono eseguiti più frequentemente durante la gravidanza. Questo test infatti fornisce moltissime informazioni utili sullo stato di salute della mamma e del bambino. Spesso questa esame in gravidanza viene abbinato all’urinocoltura, un test che viene prescritto se il precedente referto riporta delle anomalie sospette.

Attraverso questo controllo infatti si può isolare il germe responsabile dell’infezione, in seguito l’antibiogramma consentirà di sapere qual è l’antibiotico più efficace per eliminare un determinato microrganismo. L’urinocoltura spesso viene richiesta dal medico anche se la donna presenta i sintomi di un’infezione, come dolore e bruciore, ma anche bisogno frequente di urinare.

I risultati dell’esame delle urine in gravidanza

Il referto dell’esame delle urine è diviso in due parti: la prima è una descrizione dell’esame chimico-fisico, la seconda una valutazione delle parti corpuscolate dell’urina, depositate sul fondo della provetta durante la centrifugazione. I due esami si completano a vicenda e sono strettamente legati.

  • L’analisi chimico-fisica – vengono indicati i valori riguardanti peso specifico, aspetto e pH. Le informazioni più importanti per la gravidanza arrivano però da altri parametri. Prima di tutto i corpi chetonici, che indicano la degradazione degli acidi grassi, troviamo poi i nitriti, che aiutano ad evidenziare la presenza di un’infezione batterica e la Bilirubina. Infine andrebbe controllata anche la presenza di eventuali tracce di sangue (che non ci dovrebbero essere), proteine e glucosio. Questi ultimi due valori sono molto importanti: le proteine consentono di diagnosticare la presenza di preeclampsia, una malattia molto grave che può sorgere nel terzo trimestre di gravidanza, mentre il glucosio indica la predisposizione al diabete gestazionale.
  • L’analisi del sedimento – in questa parte del referto vengono valutati i leucociti, che possono indicare la presenza di un’infezione alle vie urinarie, e gli eritrociti, che evidenziano le tracce di sangue. Infine troviamo i cristalli, che si formano nelle urine quando la donna incinta beve troppo poco, e le cellule delle basse vie.
Esame delle urine in gravidanza