Dieta vegana in gravidanza

Seguire una dieta vegana equilibrata e corretta in gravidanza può assicurare alla mamma e al feto i principi nutritivi di cui hanno bisogno

Durante la gravidanza, il fabbisogno nutrizionale della futura mamma aumenta considerevolmente. Una dieta vegana equilibrata, seguita correttamente, può fornire all’organismo i principi nutritivi di cui ha bisogno per rimanere in salute e al contempo garantire un regolare sviluppo del feto.

Dieta vegana in gravidanza: come farla correttamente

In questo periodo, l’assunzione del giusto apporto di proteine, vitamine e sali minerali è fondamentale per portare avanti una gravidanza serena e in perfetta salute.
Per assumere la giusta quantità di proteine, all’interno di una dieta vegana, bisogna introdurre nella propria alimentazione tutti i gruppi vegetali, ossia, oltre alla verdura, cereali, legumi, frutta fresca e secca. Il consumo di almeno 7 porzioni di cibi ricchi di proteine consente di soddisfarne il fabbisogno in gravidanza. Per l’assunzione della giusta quantità di ferro, invece, sebbene i cibi vegetali ne siano ricchi, il fabbisogno durante la gestazione è più elevato, quindi potrebbe essere necessario assumere un integratore, soprattutto qualora i livelli di ferro siano inferiori alla norma.
Sebbene una dieta vegana sia potenzialmente ricca di acido folico, bisogna stare attente a non rischiare una carenza di questa vitamina preziosa. Durante la gravidanza, il fabbisogno di acido folico aumenta ed è importante assumerne le giuste quantità, onde evitare malformazioni del feto anche gravi, come i difetti della spina neurale. I cibi ricchi di acido folico sono le verdure a foglia verde, i legumi e i cereali integrali.
I cibi di origine vegetale sono anche ricchi di calcio, contenuto in alimenti come mandorle, tofu, verdura a foglia verde, broccoli, fagioli di soia, fichi, semi di girasole, latte di soia fortificato, cereali e succhi di frutta fortificati. Anche alcune acque minerali a elevato contenuto di calcio sono indicate in una corretta dieta vegana in gravidanza.
Alcuni di questi cibi, tipici di un’alimentazione vegana, potrebbero però essere carenti di vitamina B12, per cui potrebbe essere necessario assumere degli integratori, mentre per l’assunzione di acidi grassi Omega-3 bastano 2 porzioni al giorno di cibi vegetali nei quali sono contenuti, come alcune leguminose, ma anche semi e olio di lino, noci e cereali, vegetali a foglia verde e alghe.

Dieta vegana in gravidanza