Come fare un test di gravidanza

Quando farlo, come eseguirlo in modo corretto, cosa fare dopo

Sogni di avere un figlio? O, al contrario, temi una gravidanza indesiderata? Trascorrono i giorni e il ciclo non si presenta? Niente esitazioni! È importante fare un test di gravidanza per capire le ragioni di quel ritardo. Effettuare questo tipo di analisi è veloce, semplice ed economico. Ecco una breve guida per capire quando e come fare il test e per dare una risposta all’interrogativo che ti assilla: “Sono o non sono incinta”?

Quando fare il test
Il test può essere fatto dopo quattro giorni di ritardo del ciclo. Al fine dell’attendibilità del risultato, è consigliabile effettuare il test al risveglio, a digiuno ed evitando di bere troppa acqua durante la notte. I test possono essere acquistati in farmacia, nelle parafarmacie e negli ipermercati: di solito troverai nella confezione due test per permetterti di ripetere l’esame qualche giorno dopo per avere un’ulteriore conferma dell’esito.

Come fare il test
Per eseguire il test ti basterà leggere le istruzioni riportate sulla confezione. La maggior parte dei test di gravidanza si presenta sotto forma di stick che, al contatto con le urine, rileva la presenza dell’ormone tipico della gravidanza chiamato HCG. Dovrai semplicemente immergere lo stick in un contenitore delle urine ed attendere pochi minuti per conoscere il verdetto. Se accanto ad una prima linea, che conferma la corretta esecuzione del test, compare una seconda linea, potrai iniziare a preparare il corredino del piccolo!

L’ultima parola spetta al medico
Per maggiore sicurezza e perché il tuo stato di salute sia costantemente monitorato, nel caso in cui l’esito sia positivo è bene che tu ti rivolga ad un ginecologo: il medico ti prescriverà degli specifici esami delle urine e del sangue che dovrai svolgere presso una struttura sanitaria.

Fonte: DiLei

Come fare un test di gravidanza