Non sapevo di essere incinta: riconoscere un falso ciclo

I sintomi che aiutano a riconoscere le false mestruazioni, per evitare sorprese.

Non è molto insolito che una donna, all’inizio della gravidanza, abbia delle perdite di sangue simili alle mestruazioni, come un vero e proprio ciclo. Può trattarsi di false mestruazioni dovute all’impianto dell’embrione nell’utero, innocue che non causano alcun problema. Ma c’è anche l’eventualità che si tratti di disturbi seri che sfoceranno in un aborto spontaneo.

In ogni caso le perdite ematiche durante la gravidanza non sono necessariamente collegate a una interruzione. Le cause del falso ciclo possono essere diverse, dalla rottura di piccole varici alle modificazioni dell’utero in occasione dell’ingresso del feto. L’importante è saperle riconoscere: vediamo come.

Le false mestruazioni possono presentarsi in diversi modi, e variare da donna a donna. Si presentano come un ciclo mestruale anomalo, ossia può capitare che il flusso sia più abbondante, o al contrario si possono manifestare delle lievi perdite di sangue.

A differenza del normale ciclo mestruale che dura dai 5 ai 7 giorni, le false mestruazioni durano 2-3 giorni. In genere, vengono accompagnate dai classici sintomi del ciclo mestruale come il gonfiore addominale. Nella maggior parte dei casi queste perdite di sangue avvengono all’inizio del primo trimestre di gravidanza, e normalmente si presentano nei giorni in cui si attende il normale ciclo mestruale.

Sfogliate la gallery e scoprirete quali sono gli altri segnali.

Fonte: DiLei

Non sapevo di essere incinta: riconoscere un falso ciclo