I cani in spiaggia fanno bene ai bambini. Lo dice la scienza

I cani in spiaggia fanno bene ai bambini e, seguendo alcuni accorgimenti, non rappresentano un pericolo per i più piccoli

I cani in spiaggia fanno bene ai bambini. A svelarlo sono gli esperti, secondo cui d’estate i più piccoli dovrebbero interagire con qualche amico a quattro zampe, anche al mare. Molto spesso i genitori sono impauriti dalla presenza di un cane in spiaggia, perché temono infezioni pericolose per i più piccoli. Niente di più sbagliato, come spiegano anche i pediatri, secondo cui basta solamente osservare alcune regole importanti per non incorrere in rischi e favorire la socializzazione fra il bambino e l’animale.

Per prima cosa bisogna tenere conto che non tutti i padroni si comportano in modo educato, raccogliendo le feci. In questo caso è importante che il bambino non le tocchi, se questo accade basterà lavare accuratamente le mani ed in particolare le unghie. Nel caso in cui le abbia portate alla bocca sarà meglio farle esaminare per scongiurare la possibile presenza di Toxocara canis, un parassita intestinale che viene trasmesso anche all’uomo.

In ogni caso è sempre meglio non cadere in facili allarmismi perché solitamente un cane che vive in casa viene controllato dal veterinario e per questo non dovrebbe avere parassiti nell’intestino. Un altro tema che preoccupa le mamme quando si parla di cani in spiaggia sono i morsi. Anche in questo caso è necessario seguire alcune piccole accortezze insegnando al bambino che il cane non è un peluche, ma un essere vivente da rispettare.

Il piccolo dovrà quindi imparare a non sedersi sulla cuccia del cane, a non disturbarlo mentre sta mangiando o giocano, a non tirargli la coda e le orecchie o bagnarlo con l’acqua. Inoltre è bene ricordare che il più delle volte un bambino viene morso dal cane di un vicino di ombrellone, quello di uno zio, del nonno o degli amici, un animale con cui, in sostanza, è entrato più in confidenza.

I cani in spiaggia fanno bene ai bambini. Lo dice la scienza