Bambini al computer: aumentano i problemi alla vista

I problemi alla vista nei bambini possono aumentare a causa di un uso eccessivo dei dispositivi elettronici, poiché causano affaticamento visivo

I problemi alla vista nei bambini possono essere provocati da un uso smisurato della tecnologia. Si tratta di un’abitudine che al giorno d’oggi si verifica quasi in tutte le famiglie, poiché ormai la tecnologia fa parte della vita di tutti. Anche nell’ambito scolastico i bambini sono ormai incentivati all’utilizzo dei computer e dei tablet. A causa di ciò, bisogna considerare che i piccoli, affascinati dal mondo tecnologico, passano molte ore sugli schermi a giocare ai loro videogiochi preferiti. La luce dei dispositivi elettronici a lungo andare è dannosa per la vista e può causare l’affaticamento visivo.

Si tratta di un insieme di disturbi che possono peggiorare col tempo in correlazione alle ore che i bambini sono soliti trascorrere davanti a smartphone, tablet, cellulare e computer. Questo utilizzo prevede infatti una posizione piuttosto ravvicinata agli schermi ed è proprio questa la causa dell’affaticamento degli occhi. Il professor Francesco Loperfido, esperto del servizio di oftalmologia generale dell’Ospedale San Raffaele di Milano, spiega che lo sforzo compiuto dagli occhi può essere provocato da una debolezza visiva, la quale può influire negativamente sulla concentrazione, sull’apprendimento e sul sonno notturno.

L’occhio di un bambino è di natura ipermetrope, ovvero una condizione che tende a svanire con lo sviluppo. Al contrario, se dovesse persistere, si possono manifestare disagi come occhi stanchi, bruciore e stropicciamento, nonché apatia e mal di testa. Pertanto è fondamentale che i genitori sorveglino i propri figli per assicurarsi che non assumano posture scorrette. Se il bambino è miope, tende a manifestare una lenta messa a fuoco durante il momento dela lettura.

Da una ricerca dell’American Optometric Association emerge che l’83% dei bambini fa un uso eccessivo dei dispositivi elettronici per un arco di tempo superiore alle 3 ore giornaliere. Inoltre, in ogni famiglia americana sono presenti in media ben quattro dispositivi elettronici, i quali causano a lungo andare giramenti di testa, irritazione agli occhi, nonché fastidi al collo e mal di schiena. I problemi alla vista nei bambini possono essere evitati limitandone l’utilizzo al fine di tutelare al meglio la loro vista, poiché non bisogna dimenticare che i loro occhi sono molto più delicati e sensibili rispetto a quelli degli adulti.

Bambini al computer: aumentano i problemi alla vista