Alimentazione in gravidanza: quali vitamine assumere

Durante la gravidanza, il corretto apporto di vitamine garantisce il regolare sviluppo del feto e il benessere della mamma

Assumere vitamine durante la gravidanza è importantissimo, perché sono un valido alleato per il regolare sviluppo del feto e il benessere della mamma. Inoltre, un corretto apporto vitaminico riduce il senso di stanchezza e debolezza, frequenti durante la gestazione, contrastando anche l’insorgere di complicazioni come anemia, preeclampsia e difetti alla colonna vertebrale o di nascita.

Le vitamine per la gravidanza

  • Acido folico e vitamina B12. L’assunzione di vitamina B9, o acido folico, è fondamentale, in gravidanza, perché una carenza di questo micronutriente potrebbe comportare difetti del tubo neurale (ad esempio, la spina bifida) e malformazioni cardiovascolari congenite nel feto. Inoltre, un corretto apporto di folati riduce il rischio di complicazioni, che possono interessare la donna nel periodo gestazionale, come la preeclampsia. Di solito, si consiglia un’integrazione con circa 400 mcg di acido folico al giorno per almeno il primo trimestre di gravidanza, cominciando qualche mese prima del concepimento, qualora sia stato pianificato. Alimenti ricchi di vitamina B9 sono i vegetali a foglia verde, pomodori, arance, legumi, cereali integrali e il fegato.
    Anche la vitamina B12, o cobalamina, presente in alimenti di origine animale, è un ottimo alleato nella prevenzione delle malformazioni fetali.
  • Vitamina A. Negli ultimi tre mesi di gravidanza, aumenta il fabbisogno di vitamina A. Contenuta nel fegato, nelle uova, nei latticini, in tutti i frutti ed ortaggi giallo-arancioni, come arance, albicocche, pomodori, carote, peperoni, zucca, così come nei vegetali a foglia verde, la vitamina A, o retinolo, è fondamentale per lo sviluppo delle cellule e la crescita del feto e rafforza il sistema immunitario. Tuttavia ne è sconsigliato un consumo eccessivo, perché potrebbe provocare malformazioni fetali.
  • Vitamina D. L’assunzione di vitamina D, associata al calcio, è consigliata per favorire la crescita delle ossa del bambino e permettergli di costruire uno scheletro sano e forte. Le principali fonti alimentari di vitamina D sono il tuorlo d’uovo e alcuni pesci particolarmente grassi, come il salmone o lo sgombro.
  • Vitamine C ed E. La vitamina C migliora l’assorbimento del ferro e rafforza le difese immunitarie. Presente in alcuni frutti, come agrumi, fragole e kiwi, oltre che in pomodori, peperoni, cavoli e broccoli, la vitamina C andrebbe assunta insieme ai sali minerali come ferro, rame e zinco, per scongiurare l’insorgere dell’anemia durante la gravidanza. Non bisogna, inoltre, tralasciare la vitamina E che, oltre ad essere un potente antiossidante, aiuta a prevenire la gestosi. Per questo, è bene che, durante i nove mesi di gravidanza, nell’alimentazione non manchino olio extravergine d’oliva, cereali integrali e frutta secca.
Alimentazione in gravidanza: quali vitamine assumere