Vittorio Gassman, attore: biografia e curiosità

Vittorio Gassman è considerato uno dei migliori attori italiani di sempre. Ripercorriamo la vita professionale e privata di questo mattatore della commedia all'italiana

Vittorio Gassman è nato il 1º settembre 1922 a Struppa, quartiere genovese della Val Bisagno. Ancora molto giovane si trasferisce a Roma, dove consegue il diploma e si iscrive all’Accademia nazionale d’arte drammatica. Nel 1943 fa il suo debutto in teatro e nel 1945 appare nella sua prima pellicola cinematografica, in “Incontro con Laura”. A partire da questo momento prenderà parte ad un incredibile numero di film e opere teatrali, spaziando dalla commedia a lavori più impegnati, senza difficoltà nel passare da un ruolo all’altro, dimostrando così una grande versatilità.

Negli anni Sessanta si alterna tra i set italiani e hollywoodiani. Ha lavorato per registi dal calibro internazionale come Luigi Comencini, Mario Monicelli, Dino Risi, Nanni Loy, Vittorio De Sica, Roberto Rossellini, Ettore Scola, Sergio Corbucci, Robert Altman, Burt Reynolds e tanti altri. Per quanto riguarda il piccolo schermo, Vittorio Gassman ha sempre dosato le sue apparizioni. Nel 1959 presenta per la Rai il varietà “Il Mattatore”: questo titolo diventa presto il suo soprannome, che lo avrebbe accompagnato per il resto della vita.

Negli anni Vittorio Gassman ha avuto una parentesi come doppiatore ed ha coltivato anche una sua attività letteraria, scrivendo numerosi romanzi e autobiografie. Come regista cinematografico ha diretto sempre sé stesso in quattro pellicole. Nel 1994 è stato insignito del titolo di Cavaliere di gran croce dell’Ordine al merito della Repubblica italiana dall’allora Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro e nel 1999 ha ricevuto la medaglia d’oro ai benemeriti della cultura e dell’arte. Tra i riconoscimenti più importanti vinti da Gassman ricordiamo il Leone d’oro alla carriera e il premio del Festival di Cannes come miglior attore.

Nella vita privata Vittorio Gassman ha avuto tantissime e importanti relazioni sentimentali e si è sposato ben quattro volte. Ognuna delle quattro mogli gli ha dato un figlio: il più famoso è sicuramente Alessandro, affermato attore e regista dei giorni nostri. Vittorio Gassman è morto il 29 giugno 2000 a Roma, a causa di un improvviso attacco cardiaco nel sonno. Per molti anni è stato vittima di disturbo bipolare, sindrome psichiatrica caratterizzata da un alternarsi tra stati emotivi diversi. Ecco quindi chi è Vittorio Gassman.

Vittorio Gassman, attore: biografia e curiosità