Test Video Yalp

Con la New York Fashion Week ha preso il via la maratona delle sfilate che, alla fine, ci regalerà una fotografia di cosa ci metteremo addosso quando tornerà il caldo. E’ ancora presto per tirare conclusioni, ma dalle passerelle dei "mostri" d’oltreoceano come Marc Jacobs, Diane Von Fustemberg, Donna Karan qualche segnale si comincia a vedere. Un grande ritorno alla femminilità con abiti e accessori che rendono omaggio alle curve, una riscoperta del colore, anche nei toni sgargianti e – ovviamente – una rivincita del tacco a spillo sulle zeppe. La parola d’ordine è reagire alla crisi, a ogni designer la sua ricetta. Se Jacobs in entrambe le sue linee se la gioca all’insegna del remix fra deja vue di vecchie collezioni, richiami d’oriente, fantasie afro, fiori righe e pois (da Marc by Marc), c’è chi come Zac Posen è più sfacciato e mette in pista delle scanzonate e colorate party girl che hanno solo voglia di divertirsi. La nostra Alberta Ferretti che con Philosophy sfila nella grande mela, decide di puntare sulla leggerezza, tanto che le eteree modelle avvolte dentro chiffon e stoffe impalpabili nei toni pesca sembrano quasi prendere quota.
Diane Von Furstenberg invece sceglie la sensualità declinata però fra Grecia e Antico Egitto. Non a caso le sue modelle sono avvolte da pepli trasparenti in jais e paillettes e incedono verso il pubblico con corone d’alloro fra i capelli.

Test Video Yalp