Steve Buscemi, attore: biografia e curiosità

Steve Buscemi è un personaggio noto nel mondo del grande schermo. Oltre ad essere un famoso regista, è considerato una delle più grandi celebrità del cinema

Steve Buscemi, dal nome Steven Vincent Buscemi, è nato il 13 dicembre 1957 a Brookly, New York. Ha svolto vari ruoli nel settore cinematografico tra cui regista, attore, doppiatore, sceneggiatore e produttore. Il padre, John Buscemi, era un medico militare proveniente da una famiglia di immigrati italiani di Menfi, in provincia di Agrigento. La madre, Dorothy Wilson, era un’hostess statunitense proveniente da una famiglia di origini olandesi, irlandesi ed inglesi. Grazie alla sua forte passione per il cinema, Steve ha debuttato nel grande schermo ottenendo la prima parte da protagonista nella pellicola Parting Glances nel 1986. Tuttavia, l’attore ha ottenuto molta notorietà grazie anche i ruoli meno importanti, dove non recitava la parte del protagonista. A spiccare, infatti, sono proprio i personaggi interpretati dall’attore, i quali sono sempre stati caratterizzati da una personalità piuttosto complessa, paranoica e bizzarra. E’ proprio questa qualità ad averlo reso uno degli attori di successo del panorama cinematografico. Steve Buscemi ha lavorato spesso nel film dei registi Coen.

Nella maggior parte dei casi, i ruoli interpretati dall’attore vengono assassinati in modo brutale e violento oppure, in altre circostanze, vanno incontro ad una morte improvvisa ed inaspettata. Si tratta, infatti, di una vera e propria peculiarità delle pellicole realizzate in collaborazione con l’attore. Tra i suoi ruoli più importanti non mancano assolutamente quelli di Mr. Pink nel film Le iene di Quentin Tarantino, la parte ottenuta in Armageddon – Giudizio finale, il folle serial killer in Con Air fino a recitare la parte del personaggio Donny nella pellicola Il grande Lebowski dei fratelli Coen. Buscemi ha svolto anche il ruolo di doppiatore per il film d’animazione Monsters & Co, dove ha prestato la sua voce per il personaggio di Randall. Nel 2001 ha lavorato per la pellicola Ghost World nel ruolo di Seymour, ispirata al fumetto di Daniel Clowes. E’ stata proprio questa interpretazione ad aver ottenuto un enorme successo tanto che Steve Buscemi si è aggiudicato vari premi e riconoscimenti tra cui un New York Film Critics Circle Award, un Independent Spirit Award e un Kansas City Film Critics Circle Award in qualità di miglior attore non protagonista.

L’anno 2003 lo vede impegnato nel ruolo di Norther Winslow nella pellicola Big Fish – Le storie di una vita incredibile, sotto la direzione di Tim Burton, mentre l’anno seguente viene scelto nel cast del telefilm I soprano, dove interpreta la parte di Tony Blundetto, cugino e conoscente del protagonista sin dall’infanzia. Precedentemente, l’attore aveva diretto alcune puntate, in particolare quella della terza serie, ovvero Pine Barrens. Quest’ultima venne considerata dagli appassionati la migliore della stagione. E’ stato anche produttore ed interprete delle pellicole Mosche da bar nel 1996 e Animal Factory nel 2000. Nel 2010 è stato il protagonista del telefilm statunitense Boardwalk Empire – L’impero del crimine, prodotto da Martin Scorsese, il quale ha anche diretto la prima puntata. La fiction televisiva ha debuttato nel settembre 2010 negli Stati Uniti ed è stata riconfermata per una successiva stagione dopo il primo episodio mandato in onda. In Italia è stata trasmessa su Sky Cinema da gennaio a febbraio 2011. Grazie alla spiccata interpretazione in Boardwalk Empire – L’impero del crimine, Steve Buscemi ha ottenuto il Golden Globe in qualità di migliore attore in un telefilm drammatico. Ha ricevuto il premio dagli attori Kevin Bacon e Milla Jovovich.

Steve Buscemi ha sposato la regista Jo Andres nel 1987. Dalla relazione, nel 1990, è nato il loro unico figlio, chiamato Lucian. Oltre ad essere stato un attore e produttore di grande fama e successo, Buscemi, durante il corso della sua vita, si è anche dedicato ad ulteriori lavori ed attività. Ha infatti ricoperto il ruolo di vigile del fuoco a New York per quattro anni (1980-1984). In realtà, Buscemi tornò a dedicarsi a questo mestiere e decise di prestare servizio il giorno seguente agli attentati dell’undici settembre 2001. Dopo essere stato informato dell’accaduto, Steve Buscemi si è recato subito nella sua ex-caserma per prestare servizio e supporto in qualità di volontariato per aiutare tutte le vittime colpite dal terribile disastro, imprigionate tra le macerie. L’attore ha offerto il massimo sostegno alla popolazione colpita dall’attentato ed ha lavorato su turni di 12 ore consecutive per un periodo di una settimana nella zona Ground Zero, nella disperata ricerca dei sopravvissuti tra le rovine. Per tutta la durata di questo incarico, l’attore decise di svolgere il suo compito in totale anonimato ed evitò il più possibile l’incontro con le telecamere, nei panni di un comunissimo vigile del fuoco.

Steve Buscemi, attore: biografia e curiosità