Sinéad O’Connor , cantante: biografia e curiosità

Chi è Sinéad O'Connor? Scopriamo i dettagli riguardanti la vita, le curiosità di questa cantante irlandese, nota principalmente per i suoi gesti ecclatanti in alcune esibizioni canore

Sinéad O’Connor è una nota cantautrice irlanderse. Conosciuta anche come Sinéad Marie Bernadette O’Connor, ha pubblicato 11 album musicali durante la sua carriera, appartenenti al genere rock, riscuotendo un discreto successo. È anche nota per aver passato un certo periodo di crisi personale determinato da alcuni problemi di salute. Nasce a Dublino, città situata nell’Irlanda, l’otto dicembre 1966. La sua famiglia è molto numerosa, da citare il fatto che il fratello Joseph O’Connor sia uno scrittore di grande successo. La passione per la musica si presenterà in giovane età, tanto da spingerla a scrivere delle canzoni durante il periodo scolastico, imparando perfino a suonare la chitarra. Questo apprendistato la prepara a quello che succederà dopo qualche anno, infatti, a 14 anni, ebbe modo di unirsi ad un gruppo musicale chiamato In Tua Nua, esordendo nel mondo musicale con un pezzo scritto da lei. Il successo è talmente grande che successivamente nel 1984 collabora con un altro gruppo e ottiene anche un contratto con una casa discografica indipendente, ossia la Ensing Records.

Dal 1985, la cantante , per poter lavorare meglio al suo primo album con canzoni scritte e suonate da lei, decise di trasferirsi nella capitale del Regno Unito, Londra. Così entro pochi anni, con molto impegno, riesce a pubblicare il suo primo album, chiamato The Lion and the Cobra, che per la critica sarà un grandissimo capolavoro; degno di nota è anche il fatto che in una delle canzoni vi è una sorta di partecipazione della cantante Enya, che nel brano intitolato Never Get Old recita alcuni versetti della Bibbia in Gaelico. Come detto precedentemente, il successo della cantante è molto grande, tanto da spingerla a iniziare un tour che prevede tappe sia nel continente europeo che negli Stati Uniti. Uno dei concerti tenutosi in Europa, nel Dominion Theatre di Londra viene anche ripreso da un registra, che qualche tempo dopo ne ripropone i contenuti sotto il titolo The value of Ignorance. Ma oltre gli impegni legati alla musica, vi saranno anche impegni legati alla cinematografia, infatti, nel 1989, ha il suo debutto in un film intitolato Hush a Bye Baby. Il secondo album musicale arriverà solamente nel 1990, e tra tutte le canzoni contenute, solamente 1 raggiunge il successo mondiale, ossia Nothing Compares 2 U; in questo periodo la sua notorietà ha una piccola diminuzione, che verrà abbondantemente recuperata dopo aver pubblicato una rivisitazione personale di un brano scritto da lei e non preso in considerazione dalla critica.

Il 1992 sarà un anno molto particolare, infatti oltre a vedere una sensibile diminuzione del consenso tra il pubblico che prima l’ammirava per le sue capacità canore, vi è anche un mutamento del comportamento durante i concerti e al di fuori. Nello stesso anno gli viene data la possibilità di cantare l’inno degli Stati Uniti d’America durante un evento molto importante, ma rifiuta categoricamente. Successivamente durante l’ottobre del 1992, ebbe modo di esibirsi durante il Saturday Night Live, cantando una canzone scritta da Bob Marley e intitolata War; durante l’esibizione cambiò le parole finali come segno di protesta verso gli esponenti della chiesa cattolica che si erano macchiati del crimine di pedofilia, arrivando a strappare anche una foto del papa Giovanni Paolo II, urlando a gran voce al pubblico di combattere il vero nemico. Dopo qualche anno, nel 1997, si pentì di questo gesto e chiese scusa al papa per ciò che aveva affermato e fatto durante l’esibizione canora. Altro evento degno di nota sarà il concerto tenutosi presso il Madison Square Garden a New York per commemorare la carriera di Bob Dylan dopo 30 anni dalla sua morte. In questa occasione il pubblico non gli permise di cantare, iniziando a fischiargli contro e insultarla, e la cantante reagisce leggendo il testo della canzone War di Marley e lascia il palco.

Nonostante negli anni seguenti continui a pubblicare vari album contenenti le sue canzoni, essi non avranno il successo sperato o simile a quello dei lavori pubblicati in passato.Nel 2013 ha modo di cantare in un concerto tenutosi in Italia, in provincia di Milano, dove dedica una delle sue canzoni al papa Albino Luciani, conosciuto anche come Giovanni Paolo I. Degno di nota è il fatto che poco prima del concerto, ricevete la visita del direttore che si occupava del museo dei papi della città di Padova, che come regalo gli portò un piccolo ritaglio del vestiario dello stesso papa Luciani.il 26 agosto 2014 pubblica il suo ultimo disco che riceve moltissimi consensi sia dalla critica che dal pubblico, e spinta da questo successo da il via al Tour mondiale, che la vedrà protagonista in diversi concerti in alcune città di Europa e degli Stati Uniti. Invece, nel novembre del 2015 pubblica uno stato sulla sua pagina Facebook dove afferma chiaramente di aver tentato di farla finita, ma nonostante tale affermazione le autorità irlandesi hanno fatto in modo di rassicurare i fan smentendo ciò che era stato scritto.

Sinéad O’Connor , cantante: biografia e curiosità