Sanremo 2017, Gigi D’Alessio si sfoga: “Mi hanno usato. Io e Al Bano serviti come esca”

Il cantante partenopeo non nasconde la sua amarezza per l'eliminazione dal Festival: "Non sono rimasto contento nei confronti del sistema Sanremo"

Sanremo 2017 è ormai alle spalle, ma le sconfitte bruciano ancora. Placate le polemiche sul compenso di Carlo Conti, su Greta Menchi nella giuria di qualità, sulle accuse contro Zucchero e Giorgia, adesso parla Gigi D’Alessio, eliminato prima di accedere alla serata finale. Il cantante partenopeo ha deciso di dire la sua su quella che per lui è stata una scelta forse non equa.

D’Alessio ha deciso così di togliersi qualche sassolino dalla scarpa, sfogandosi in una lunga intervista al magazine Chi:

A Sanremo non è stato fatto fuori D’Alessio, è stata fatta fuori una categoria di cantanti. Qual è la motivazione, quella di far vincere i giovani? Va bene, allora noi [lui e Al Bano ndr] serviamo da esca, perché il programma senza di noi non li fa 11 milioni di telespettatori.

Viene da chiedersi: e allora la Mannoia che si è piazzata seconda, anche lei è una vera big, no? Il cantante napoletano difende la sua tesi e denuncia il “sistema Sanremo” che forse non è così imparziale e corretto:

Fiorella Mannoia è partita già protetta perché, a quel punto, chi salvavi? La giuria di qualità è normale che salvi la Mannoia, perché fa figo. Fiorella è un’artista meravigliosa, ma è normale che se fra i giurati c’è Paolo Genovese, il regista di “Perfetti sconosciuti” e la colonna sonora è di Fiorella Mannoia, vorrà dire che gli piacerà, no?

E poi l’amara e quasi violenta reazione:

Allora le cose che a 20 anni non capivi, a 50 le capisci e non è che posso ingoiare tutto, ho deciso che se devo mandare affanculo qualcuno lo faccio. Non sono rimasto contento nei confronti del sistema Sanremo.

Il cantante è proprio furioso per la sua eliminazione. E a Chi racconta anche della presunta intervista in cui avrebbe affermato di essere costretto a cantare per ancora 15 anni per risollevare le proprie finanze dopo una serie di investimenti sbagliati:

Io non ho fatto nessun intervista, la gente pensa che mi sono svegliato a dire “devo cantare 15 anni perché mi servono i soldi”, ma non è così e purtroppo non ho potuto fermare questo flusso.

Commenta poi amaramente:

È una storia che risale a quattro anni fa, e molti sanno come stanno le cose. Qualcuno ha detto che sono andato a Sanremo per fare cassa, ma perché, ci pagano? Allora avrei dovuto fare il Superospite. Io ho solo detto che sono stato portato per mano in un investimento sbagliato, intorno a noi c’è sempre qualcuno pronto a fregarti. Ma ora non è che canto perché ho bisogno di soldi, canto perché a 50 anni cosa dovrei fare, mettermi su una spiaggia a prendere il sole?

Sanremo 2017, Gigi D’Alessio si sfoga: “Mi hanno usato. Io...