Matrimonio, come scegliere la location giusta: la guida pratica

Una volta che avete stabilito il budget, dovete considerare il periodo in cui vi sposerete e il numero degli invitati. Le dritte per organizzare la vostra festa di nozze

Quando si sta organizzando il proprio matrimonio, uno delle decisioni più importanti e difficili da prendere riguarda la location. Anche in considerazione del fatto che definisce lo stile che volete dare alle vostre nozze.

Prima di affrontare l’ardua scelta, dovete considerare almeno tre aspetti pratici: il mese in cui vi sposerete, il numero degli ospiti e il budget a disposizione. Nel primo caso giardini e agriturismi sono sconsigliati in stagioni come l’autunno dove il tempo è instabile. Nel secondo caso la lista degli invitati vi obbliga a tener conto degli spazi. Un ambiente eccessivamente ampio risulterebbe dispersivo e l’atmosfera sarebbe fredda, viceversa se fosse troppo piccolo si avrebbe la spiacevole sensazione di soffocamento. Infine, la spesa che prevedete di fare vi porterà necessariamente ad escludere alcune location o eventualmente a cercare alternative comunque raffinate e piacevoli per quanto meno dispendiose.

Quindi, una volta stabilita la data e stilata la lista, procedete con la location. Per orientarvi nella molteplicità delle offerte, vi proponiamo una mini guida seguendo i consigli del sito Matrimonio.it che ha chiesto consiglio a due esperti, Paolo Gozzini della società di catering Excibus e la wedding planner Erika Forlani.

In primo luogo dovete decidere se volete un matrimonio tradizionale o campestre, se preferite cerimonie chic o più familiari. Le location più gettonate, sottolinea Erika Forlani, sono le ville. Ma si stanno imponendo anche le nozze country o shabby chic, per cui molti si orientano verso cascine e agriturismi. Le Regioni più ambite, soprattutto dagli stranieri, sono Veneto, Toscana e il lago di Como.

Come abbiamo detto, il numero degli invitati è determinante. Se la lista degli ospiti è ridotta, ville e proprietà private sono perfette. Altrimenti esistono location più ampie e sale da ricevimento allestite proprio per accogliere un numero elevato di persone.

Prima di firmare il contratto, fate un sopralluogo. Informatevi se ci sono limiti di orario (ad esempio per la musica), se avete spazi esclusivi, se il parcheggio è adeguato. Considerate, nel caso abbiate ospiti anziani o bambini, se ci sono le strutture adeguate per accoglierli e come sono i servizi igenici. Anche il menu che intendete servire va provato. Accertatevi della qualità del catering o della cucina che si occuperà della vostra festa di nozze. La materia prima dei vostri piatti deve essere eccellente.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è l’orario del ricevimento. I matrimoni diurni sono perfetti per una festa tranquilla e formale. Quelli serali sono più eleganti e richiedono un allestimento più scenografico. Ricordatevi di scegliere bomboniere e decori in base al tipo di nozze che desiderate. Quindi evitate i girasoli se vi sposate la sera. Anche la musica deve essere in tono. Se i vostri invitati sono esuberanti, potrete decidere per una festa danzante e karaoke. Altrimenti meglio una jazz band più sofisticata

Se optate per i matrimoni low cost, Paolo Gozzini ricorda che l’aperitivo è il 60, 70% dell’evento. Mentre Erika Forlani sottolinea che le ultime tendenze sono  ricevimenti all’aperto, come picnic ma curati in ogni aspetto, e i “wedding week-end” dove le nozze vengono celebrate in location da favola come al mare o in montagna, offrendo agli ospiti la possibilità di una mini vacanza.

Infine, è importante non trascurare alcuni dettagli che sembrano secondari ma invece vanno a completare l’armonia della festa. Nella scelta della location dove tenere presente la provenienza degli ospiti. Scegliete un luogo che non sia inaccessibile o troppo lontano. In caso contrario, fate in modo che tutti gli invitati possano raggiungere il luogo del party allestendo navette e organizzate gli alloggi per chi deve pernottare fuori.

Matrimonio, come scegliere la location giusta: la guida pratica