Mango, cantante: biografia e curiosità

Mango è stato uno dei cantautori più famosi e apprezzati del panorama musicale italiano. Scopriamo qualcosa in più sulla vita professionale e privata di questo musicista

Giuseppe Mango è nato il 6 novembre 1954 a Lagonegro, piccolo comune della Basilicata. Si appassiona alla musica sin da piccolo e, intorno ai sei anni di età, da vita con il fratello maggiore ad una cover band orientata verso i generi hard rock e soul. Durante il periodo universitario inizia a scrivere le sue prime canzoni. Abbandonati gli studi, decide di intraprendere la carriera musicale e si trasferisce a Roma. Qui conosce un già affermato Renato Zero, il quale, dopo aver ascoltato le sue canzoni, lo presenta alla propria casa discografica, la RCA Italiana. Nel 1976 esce così il primo album di Mango, “La mia ragazza è un gran caldo”. Il disco, seppur di poco successo, venne considerato un ottimo esordio da due grandi artisti della musica dell’epoca: Patty Pravo e Mia Martini. Entrambe incisero delle cover di alcuni brani presenti nell’album del cantautore lucano. Nei successivi anni pubblica altri due dischi, ma nonostante vengano molto apprezzati dai suoi colleghi musicisti, i suoi brani non trovano spazio in TV e in radio. Un deluso Mango decide così, nel 1984, di abbandonare la musica per riprendere gli studi universitari.

Fortunatamente, nello stesso periodo, il grande paroliere Mogol rimane piacevolmente colpito da alcuni brani scritti da Mango e gli propone di lavorare assieme. Nasce così tra i due una proficua collaborazione artistica che porterà alla creazione del famoso brano “Oro”, che segnerà l’inizio del grande successo del cantante di Lagonegro. Nel 1985 partecipa al suo primo Festival di Sanremo, tra le “Nuove Proposte”: non riesce a qualificarsi per la finale, ma vince il premio della critica. L’anno seguente torna a Sanremo con ben quattro canzoni, tre come autore e una come interprete. Sempre nel 1986 vince il Telegatto come personaggio rivelazione dell’anno e il disco d’oro per il suo album “Odissea”. Nel 1987 Mango scrive insieme a Lucio Dalla un altro suo grande successo, “Bella d’estate”, e sale di nuovo sul palco dell’Ariston con il brano “Dal cuore in poi”, ma non va oltre il 18esimo posto finale. L’album che ne scaturisce vince tre dischi d’oro e viene molto apprezzato anche fuori dai confini nazionali, soprattutto in Spagna. Nel 1990 vede la luce “Sirtaki”, ad oggi l’album più venduto dell’artista.

Nei successivi anni pubblica un successo dietro l’altro, fino ad arrivare alla fatidica sera del 7 dicembre 2014, giorno della sua improvvisa morte. Mango si stava esibendo al PalaErcole di Policoro (Matera) in occasione di un concerto di beneficenza e mentre era intento a cantare la sua canzone più celebre, “Oro”, viene colpito da un infarto. Nonostante i primi e immediati soccorsi, il cantautore muore prima di giungere in ospedale. La drammatica scena di Mango che interrompe improvvisamente l’esibizione, chiedendo scusa al pubblico, e collassa è stata ripresa dai tanti spettatori intenti a registrare con il proprio smartphone il concerto. Due giorni dopo, durante la veglia funebre, muore anche il fratello maggiore Giovanni, sempre per un attacco cardiaco e forse a causa dell’enorme dolore provato. La prematura e improvvisa scomparsa di Mango ha sconvolto non poco il mondo della musica italiana, lasciando un vuoto difficilmente colmabile vista la caratura di un simile artista. Tanti gli omaggi postumi a lui dedicati: durante il Festival di Sanremo 2015 è stata inaugurata la Sala Mango, mentre nel 2016 a Lagonegro gli è stata dedicata una piazza.

Il rapporto tra Mango ed il Festival della canzone italiana non è mai stato idilliaco: si contano sette partecipazioni e il miglior risultato è quello del 2007, quando si classifica quinto con il brano “Chissà se nevica”. I suoi album hanno vinto sette dischi d’oro e diciotto di platino, soprattutto negli anni Novanta e Duemila. Come autore ha scritto brani per artisti del calibro di Laura Valente, Loretta Goggi, Mietta, Anna Bussotti, Scialpi, Loredana Bertè, Patty Pravo, Andrea Mirò, Andrea Bocelli, Helena Hellwig, Dennis Fantina e Gloria Bonaveri. In totale ha pubblicato ventuno dischi, prevalentemente di genere pop, pop rock e folk, suddivisi in sedici album in studio, due live, due cover e una raccolta ufficiale. In quasi quarant’anni di attività Mango ha venduto circa sei milioni di dischi. Nella vita privata è stato legato sentimentalmente alla cantante milanese Laura Valente, ex voce dei Matia Bazar, conosciuta nel 1985. I due si sono sposati nel 2004 e hanno avuto due figli, Filippo e Angelina. Laura Valente ha poi raccontato che il marito è collassato mentre stava cantando “Oro”, la stessa canzone che il cantante stava eseguendo in sala d’incisione il giorno del loro primo incontro. Ecco quindi chi è stato Giuseppe Mango, uno dei cantautori più famosi e apprezzati del panorama musicale italiano.

Mango, cantante: biografia e curiosità